logo

Garbarek e Hilliard Ensemble: l'incontro di due mondi

Intenso e suggestivo concerto giovedì sera a Bellinzona

 
18
ottobre
2014
00:16
Mauro Rossi

Emozionante, intenso, avvolgente nel suo perfetto connubio tra passato e presente, tra sacro e profano.È difficile, in poche parole, sintetizzare la magia che ha regalato quello che, senza alcun dubbio, può essere annoverato come uno degli eventi musicali dell'anno in Ticino, ovvero il recital offerto, giovedì sera in una Collegiata di Bellinzona stracolma in ogni ordine di posti, dalla fortunata quanto insolita accoppiata tra il quartetto polifonico inglese Hilliard Ensemble e il sassofonista scandinavo Jan Garbarek. Un concerto speciale per vari motivi. Perché al termine di questa tournée l'ensemble britannico concluderà definitivamente la sua quarantennale esperienza canora durante la quale si è imposto come una delle massime autorità nell'interpretazione della musica antica. Ma anche perché ogni sua esecuzione è unica, in quanto modellata attorno al luogo in cui avviene. Nella fattispecie la rinascimental-barocca chiesa bellinzonese, normalmente poco adatta, per le sue grandi dimensioni e per la sua struttura architettonica, ad ospitare eventi musicali, ma che invece si è rivelata ideale palcoscenico per questa esibizione che i cinque artisti hanno concepito e sviluppato in maniera dinamica, così da valorizzane appieno le peculiarità.

 

Prossimi Articoli

Venditti celebrerà la sua carriera a Lugano

In uno straordinario concerto, venerdì 9 novembre al Palazzo dei congressi

Giovane chitarrista ticinese a New York

Christian Zatta, colonna dei Tipsy Road, prepara un nuovo album

Bregovic fa ballare Castelgrande

L'amato artista bosniaco con i suoi ritmi coinvolgenti ha fatto danzare il folto pubblico giunto a Bellinzona per il primo dei tre concerti di Castle On Air - VIDEO

Edizione del 19 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top