Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
Elezioni cantonali 2015Expo 2015
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
XEQXIDbz6Oo
La fattoria degli animali | Amici pelosetti -  20 apr 2012 16:39

La Cassa malati per Micio e Fido

Sempre più numerosi, in Svizzera, gli animali d'affezione con un'assicurazione

Un tempo erano i Micio e i Fido con pedigree a meritarsi anche l'assicurazione malattia. Adesso, vuoi per una maggiore sensibilità nei confronti dei nostri amici a quattro zampe, vuoi per i costi delle cure che, anche per loro, risultano in crescita, tra i detentori di "cassa malati" si riscontrano, sempre più numerosi, cani e gatti "normali".

Il dato è stato diffuso da bonus.ch, unico portale indipendente in Svizzera a offrire un comparatore di assicurazioni per cani e gatti (vd link), che ha preso in esame i dati degli utenti che hanno richiesto un'offerta online nel 2011 in rapporto al 2010. La democratizzazione dell'assicurazione per Micio e Fido è in atto. Inoltre gli umani scelgono per i loro "pelosi" la copertura più estesa possibile, anche a costo di dover pagare di più. La stragrande maggioranza dei richiedenti esige prestazioni senza limiti di importo, preferendo aumentare la franchigia per far abbassare il premio. L'analisi dei dati di bonus.ch mette poi in rilievo un altro dato interessante: sono sempre più numerosi i felini domestici dotati di microchip, sebbene questo mezzo d'identificazione sia ancora facoltativo in Svizzera.

C'è però un fatto che induce a pensare che la pratica di dotare un Micio o un Fido di una "Cassa malati" non sia ancora sufficientemente nota ed è che la maggior parte degli umani assicura i propri pelosi dopo il primo anno di vita (tra il primo e il quarto). Una scelta penalizzante visto che una copertura assicurativa dalla nascita garantisce una protezione ottimale a un costo inferiore. 

20.04.2012 - 16:39
m.c.
Le teorie di Eckart Meyners fanno molto discutere: non solo l'addestrare il cavallo, ma anche una preparazione psico-motoria del cavaliere
LUNEBURGO - L'equitazione è una delle discipline sportive più complesse, specialmente per la necessità di creare... Leggi
La tradizione plurisecolare si perpetua: gli animali della Fondazione Barry trascorreranno l'estate nel loro luogo d'origine
GRAN SAN BERNARDO - La tradizione plurisecolare si perpetua: anche quest'estate i San Bernardo della Fondazione... Leggi
Cernie e murene si accordano per cacciare insieme - GUARDA IL VIDEO
Redouan Bshary, etologo dell'università di Neuchâtel, dopo innumerevoli ore trascorse sott'acqua ha osservato... Leggi
È il primo caso in dieci anni di presenza di questo predatore nella regione di Basilea Campagna
LIESTAL BL - Una lince ha sbranato una capretta nel Laufental, in territorio di Basilea Campagna: ne hanno dato... Leggi
COLLEGAMENTI
DOCUMENTI
Sondaggio Web
Il tuo Micio o il tuo Fido hanno la cassa malati?
Si
29%
No
71%
Non so
0%
Sondaggio chiuso!
Logo OVT
Edizione del 02 luglio 2015
Programma cinema
Dove
Questa sera
Melide | Jazz Rock Pop
Ciqui Duo
Pop-rock. "LaTerrazza@MelidEstate".
Lungolago | 21.00
Lugano | Per i ragazzi
La grande foresta
Narrazione per ragazzi con Francesco Niccolini e Luigi D'Elia. "Longlake Festival"
ex Macello Pubblico | 20.30
Luogo