Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
Elezioni cantonali 2015
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
XEQXIDbz6Oo
La fattoria degli animali | Amici pelosetti -  20 apr 2012 16:39

La Cassa malati per Micio e Fido

Sempre più numerosi, in Svizzera, gli animali d'affezione con un'assicurazione

Un tempo erano i Micio e i Fido con pedigree a meritarsi anche l'assicurazione malattia. Adesso, vuoi per una maggiore sensibilità nei confronti dei nostri amici a quattro zampe, vuoi per i costi delle cure che, anche per loro, risultano in crescita, tra i detentori di "cassa malati" si riscontrano, sempre più numerosi, cani e gatti "normali".

Il dato è stato diffuso da bonus.ch, unico portale indipendente in Svizzera a offrire un comparatore di assicurazioni per cani e gatti (vd link), che ha preso in esame i dati degli utenti che hanno richiesto un'offerta online nel 2011 in rapporto al 2010. La democratizzazione dell'assicurazione per Micio e Fido è in atto. Inoltre gli umani scelgono per i loro "pelosi" la copertura più estesa possibile, anche a costo di dover pagare di più. La stragrande maggioranza dei richiedenti esige prestazioni senza limiti di importo, preferendo aumentare la franchigia per far abbassare il premio. L'analisi dei dati di bonus.ch mette poi in rilievo un altro dato interessante: sono sempre più numerosi i felini domestici dotati di microchip, sebbene questo mezzo d'identificazione sia ancora facoltativo in Svizzera.

C'è però un fatto che induce a pensare che la pratica di dotare un Micio o un Fido di una "Cassa malati" non sia ancora sufficientemente nota ed è che la maggior parte degli umani assicura i propri pelosi dopo il primo anno di vita (tra il primo e il quarto). Una scelta penalizzante visto che una copertura assicurativa dalla nascita garantisce una protezione ottimale a un costo inferiore. 

20.04.2012 - 16:39
m.c.
Reportage dal nuovo Centro di competenza per la sicurezza e l'intervento di Interlaken
INTERLAKEN - Presso il nuovo Centro di competenza per la sicurezza e l'intervento dell'Amministrazione doganale... Leggi
Scoperta una specie inedita dell'insetto - Una colonia numerosa si trova sul Monte San Giorgio
BASILEA - La fauna mondiale conta ufficialmente una specie nuova, una cicala che è di casa anche in Ticino e in... Leggi
L'UFAM: oltre la metà della trentina di specie di chirotteri censiti sul territorio elvetico sarebbe in pericolo
BERNA - Vita dura per i pipistrelli in Svizzera: oltre la metà della trentina di specie di chirotteri censiti... Leggi
Sempre più squali nelle acque per l'uso di esche per soddisfare i turisti - A rischio i sub che raccolgono ostriche
Osservare da vicino un Grande squalo bianco è un'emozione per pochi. Non è una questione di coraggio. Lo fai... Leggi
In occasione del Capodanno cinese, una panoramica sulla storia dell'animale in terra confederata - LE FOTO
Domani, 19 febbraio, si festeggia il Capodanno cinese con un bel rompicapo: sarà l'anno della pecora o della capra?... Leggi
COLLEGAMENTI
DOCUMENTI
Sondaggio Web
Il tuo Micio o il tuo Fido hanno la cassa malati?
Si
29%
No
71%
Non so
0%
Sondaggio chiuso!
Logo OVT
Edizione del 28 febbraio 2015
Programma cinema
Dove
Questa sera
Ascona | L'altro schermo
Il gobbo di Notre Dame
Animazione di Gary Trousdale e Kirk Wise (USA, 1996). "Mini cinema per maxi film".
Teatro del Gatto | 16.00
Lugano | L'altro schermo
Il gioiellino
Di Andrea Molaioli (It, 2011).
Sala Multiuso ACLI | 17.30
Luogo