Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
votazioni 18 maggio 2014
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
Mondo | Cronaca -  12 mag 2013 20:05

L'Italia tassa la sigaretta elettronica

Vero o elettronico, il vizio del fumo non sfuggirà al fisco della penisola

ROMA - Nuova tassa in arrivo per i fumatori italiani. Colpirà chi, abbandonata la vecchia «bionda», si affida ora alle nuove e-cig, le sigarette elettroniche. Vero o elettronico, il vizio del fumo non sfuggirà agli occhi del fisco della penisola. L'ipotesi di introduzione dell'accisa anche sui prodotti contenenti nicotina o sostanze sostitutive del consumo del tabacco è in un emendamento presentato dai relatori del decreto sui debiti della pubblica amministrazione. È per ora una prima stesura ma, come sempre, gli emendamenti dei relatori sono quelli destinati ad essere approvati, perchè raccolgono i voti della maggioranza.
Su un provvedimento di ampia portata, che libera 40 miliardi per i pagamenti dei debiti della pubblica amministrazione, la norma sulle sigarette elettroniche è davvero una minuzia: darà al massimo qualche milione di euro di gettito. Ma certo rappresenta una novità. Anche perchè non era passato inosservato che l'andamento del gettito sul tabacco aveva iniziato a segnare un brusco calo. Da dicembre 2012 a febbraio 2013 si sono persi 200 milioni di euro di gettito, per la crescita di due fenomeni: da una parte il contrabbando, dall'altro il fumo elettronico. «È una manovra della lobby del tabacco», afferma Ovale, uno dei produttori di e-cig, che sottolinea come «la nuova tassa è contro gli italiani: colpisce uno dei pochi settori in crescita, che dà lavoro».
Attualmente sull'acquisto delle ricariche per le sigarette elettroniche viene pagata l'Iva mentre non si applica l'accisa prevista invece per il tabacco e i prodotti da fumo.

12.05.2013 - 20:05
Red. Online
No all'estensione dei programmi d'aiuti, no al ritorno della Troika per concludere l'attuale - Tensione altissima
BRUXELLES - La Grecia rovescia il tavolo con l'Europa e lo fa davanti al presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem... Leggi
L'aeronautica in azione su territorio nigeriano ha riconquistato una città dai fondamentalisti
ABUJA - L'aeronautica militare del Ciad è entrata per la prima volta in azione sul territorio nigeriano contro... Leggi
Scaduto ieri l'ultimatum di Isis e nessuna notizia sulla sorte del freelance giapponese e del pilota giordano
BEIRUT - Dopo le minacce di morte e l'ultimatum scaduto ieri senza che nessuno scambio avvenisse, regna oggi un... Leggi
Il settimanale Al Watan Al An: "I francesi fanno rinascere i campi di concentramento di Hitler per sterminare i musulmani?"
PARIGI - La copertina del settimanale marocchino Al Watan Al An che raffigura il presidente francese François... Leggi
Edizione del 31 gennaio 2015
Programma cinema
Dove
Questa sera
Bellinzona | Per i ragazzi
Dall'oggetto ... al soggetto
Atelier per ragazzi nell'ambito della mostra "Oh...Cézanne". Info e iscrizioni: 091-835.52.54.
Museo in Erba | 14.30
Lugano | Jazz Rock Pop
Eluveitie
Metal. "Das Zelt"
Stadio | 20.00
Luogo