Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
votazioni 18 maggio 2014
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Impiego Immobiliari Veicoli Generici Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo Modifica Sospensione Scrivici Pass.Dimenticata
Mondo | Cronaca -  1 ago 2013 09:09

India, ferisce una compagna e si uccide

Aggressione con pistola e ascia all'Università di New Delhi

NEW DELHI - Uno studente dell'Università centrale di New Delhi (Jnu) ha aggredito, ferendola gravemente con un ascia alla testa e al corpo, una ragazza di cui si diceva amico e poi si è suicidato ingerendo un potente insetticida e tagliandosi la gola, fra l'orrore di alcuni studenti presenti.
La tragedia di cui sono stati protagonisti Aakash Kumar, 23 anni, e Roshni Gupta di 22, entrambi studenti di lingua coreana, è riferita oggi con evidenza dalla stampa indiana.
Secondo The Times of India, i due si frequentavano da qualche tempo, ma la loro relazione si era deteriorata, come è emerso da una lettera lasciata dallo studente convinto di essere ormai "oggetto di derisione" da parte della ragazza.
Così ieri il giovane è entrato in classe con uno zaino all'interno del quale aveva collocato una pistola, un coltello, un'ascia e un potente veleno.
Terminata la prima ora di lezione, e dopo aver allontanato dall'aula il professore con uno stratagemma, Aakash ha estratto la pistola puntandola contro Roshni. Ma l'arma non ha funzionato. Allora ha estratto l'ascia con cui ha colpito violentemente la ragazza alla testa alle spalle ed al petto, lasciandola in una pozza di sangue.
Quindi, senza che nessuno dei pochi presenti intervenisse, il giovane ha ingerito un potente insetticida e si è tagliato la gola.
Incredibilmente la giovane è stata respinta da un primo ospedale di New Delhi (Aiims) ed accettata invece nel Safdarjung Hospital, dove è ricoverata in gravi condizioni.

1.08.2013 - 09:09
ats
Lo studente che ha aperto il fuoco ha ferito sei compagni, uccidendone uno, poi si è tolto la vita
WASHINGTON - Sparatoria in un liceo americano. A quanto si apprende, uno studente è entrato nella Marysville-Pilchuck... Leggi
L'alta velocità francese è in crisi e deve ripensare il suo modello, ormai elitario
PARIGI - Guadagni insufficienti, previsioni di traffico sovrastimate, costruzione sistematica di nuove linee: i... Leggi
Da mesi teatro di scontri con gruppi jihadisti, la città è stata riconquistata al 90%
TRIPOLI - "Bengasi è quasi totalmente libera dalle milizie armate e dai gruppi jihadisti". Dopo aver preso il... Leggi
Putin sul Paese alla vigilia delle elezioni, che anche con volti nuovi sarà una lotta tra oligarchi
KIEV - Giornalisti, attivisti della società civile, eroi del Maidan, comandanti di battaglioni e reduci dal fronte... Leggi
È così che sono morti almeno 15 dei 43 studenti scomparsi in Messico
CITTA' DEL MESSICO - Almeno una quindicina dei 43 studenti spariti lo scorso 26 settembre a Iguala, nel sud del... Leggi
Il mese di raid della Coalizione guidata dagli USA ha fatto 553 vittime, anche civili
WASHINGTON/BEIRUT - I jihadisti dell'Isis hanno usato gas di cloro in attacchi contro le forze irachene. Secondo... Leggi
Matteo Salvini ha creato il partito gemello "Lega dei popoli"
ROMA - Deposti i "centomila fucili bergamaschi" di bossiana memoria, gli imbarazzanti elmi celtici e le storiche... Leggi
Troppe imitazioni: e così un consorzio vuole il riconoscimento di "bene immateriale"
TRIESTE - Anche l'espresso italiano deve fare i conti con scadenti "imitazioni", in Italia e soprattutto all'estero.... Leggi
Edizione del 24 ottobre 2014
Programma cinema
Dove
Questa sera
Agno | Jazz Rock Pop
Route 73
Rock.
Bar Temus | 22.30
Ascona | Musica classica
Le temps scellé
Con il Tarkovsky Quartet (François Couturier, pianoforte; Jean Louis Matinier, fisarmonica; Anja Lechner, violoncello; Jean-Marc Larché, sax).
Teatro San Materno | 20.30
Luogo