logo

Slovenia: eredità anche per coppie gay

La Corte costituzionale impone l'equiparazione con gli eterosessuali

 
10
aprile
2013
07:50
Red. Online

LUBIANA - La Corte costituzionale slovena ha dichiarato incostituzionale una legge sulla successione ereditaria perchè discriminatoria verso le coppie omosessuali di fatto, ordinando al parlamento di Lubiana di correggere le norme entro sei mesi, ovvero di garantire alle coppie gay stabili lo stesso diritto ereditario di cui godono le coppie di fatto eterosessuali.

Esaminando un caso concreto di una coppia di lesbiche di Capodistria, la Corte costituzionale ha valutato che, in caso di morte di un partner di una coppia omosessuale stabile, seppur non registrata, i diritti di eredità non sono uguali a quelli garantiti alle coppie di fatto eterosessuali. Sette giudici su nove hanno votato per dichiarare incostituzionale la legge sull'eredità ora in vigore, ordinando al parlamento di adeguarla alla Costituzione entro sei mesi. La delibera riguarda le coppie gay che non si sono registrate in base alla legge del 2007, che equipara in una serie di diritti, incluso quello all'eredità, le coppie omosessuali a quelle eterosessuali. Mitja Blazic, attivista per i diritti gay, ha definito "storica" la decisione della Corte, invitando il parlamento sloveno non solo a correggere la norma sull'eredità, ma anche ad "eliminare tutta una serie di altre norme discriminatorie con un'unica legge che mostrerebbe chiaramente che i diritti sociali non sono legati all'orientamento sessuale".

Con un referendum tenuto un anno fa, gli sloveni avevano respinto una legge sulla famiglia che equiparava le coppie omosessuali di fatto a quelle etero sposate, escludendo però il diritto all'adozione.

Prossimi Articoli

Vento in poppa per gli euroscettici

La Brexit ha rafforzato le posizioni di Marine Le Pen ("Ora tocca alla Francia"), Salvini in Italia e persino del candidato alla Casa Bianca Donald Trump

Farage, l'euroscettico purosangue che ha cambiato la Storia

IL VINCITORE - Il leader del Ukip porta a casa l'obiettivo di una vita, "dopo una campagna elettorale di 25 anni"

Cameron, che ha perso tutto in una notte

LO SCONFITTO - Verrà ricordato come il premier che ha portato, suo malgrado, la Gran Bretagna fuori dall'Unione europea

Edizione del 25 giugno 2016
Segui il CdT sui social
Mobile
L'abbonamento su misura per te
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top