logo

La spia Pollard sarà liberata?

L'agente americano fu condannato per tradimento in favore dello Stato Ebraico

 
All'inizio degli anni Ottanta, in contatto con un ufficio del ministero israeliano della difesa, Pollard inoltrò a Tel Aviv informazioni segrete in possesso degli Stati Uniti (foto dal web - Wikipedia - U.S. Navy)
 
27
dicembre
2013
19:41
Red. Online

TEL AVIV - Per la prima volta dal 1985, quando fu catturato dai servizi segreti statunitensi e poi condannato all'ergastolo, la spia americana Jonathan Pollard (59 anni), condannato per tradimento in favore dello Stato Ebraico, ha adesso la speranza di essere liberato.

Lo ha riferito la televisione di stato israeliana secondo cui il Segretario di Stato John Kerry ha lasciato intendere di recente ai dirigenti israeliani che un atto di clemenza nei suoi confronti sarebbe possibile se Israele liberasse, nel contesto delle trattative di pace con i palestinesi, alcuni cittadini arabi israeliani che scontano lunghe pene per terrorismo.

L'emittente ha collegato questo sviluppo anche al Datagate ed in particolare alla rivelazioni di Edward Snowden - molto imbarazzanti per Washington - secondo cui i servizi segreti statunitensi avrebbero spiato negli ultimi anni, insieme con molti altri leader stranieri, dirigenti israeliani fra cui l'ex premier Ehud Olmert, l'attuale premier Benyamin Netanyahu e l'ex ministro della difesa Ehud Barak.

All'inizio degli anni Ottanta, in contatto con un ufficio del ministero israeliano della difesa, Pollard inoltrò a Tel Aviv informazioni segrete in possesso degli Stati Uniti relative al potenziale militare di diversi Paesi arabi, nonché sui comandi dell'Olp allora dislocati a Tunisi. La vicenda aprì una profonda ferita nell'ebraismo Usa, perché gettava un'ombra sulla lealtà di un cittadino e funzionario statunitense verso la sua patria.

Prossimi Articoli

Maduro rieletto presidente del Venezuela

Il capo di Stato ha ottenuto oltre 5 milioni di preferenze su poco più di 8 milioni di voti - Crollo del 33% della partecipazione rispetto al 2013 - Denunciate irregolarità

Edizione del 23 maggio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top