Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
Elezioni cantonali 2015Expo 2015
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
Primo Piano | Approfondimenti -  26 mag 2012 05:35

La memoria corta degli "svitaliani"

Le provocazioni dello svizzero di origini emiliane Massimo Rocchi sui secondos

"Trovo che la comunità dei 40-50enni italiani che sono diventati imprenditori e stanno molto bene dovrebbe chiedersi se nei loro ristoranti e nelle loro aziende ci sia un ricordo del dolore che i propri genitori avevano vissuto quando sono arrivati in Svizzera. Mi chiedo se un’esperienza dura ha creato dei datori di lavoro migliori». Ad affermarlo è uno svizzero di origini italiane, anzi uno "svitaliano" - come si definisce egli stesso, tra i più famosi del nostro Paese, l'attore comico Massimo Rocchi. Con lui cerchiamo di tratteggiare le caratteristiche della comunità etnica più importante del nostro Paese, assurta agli onori della cronaca grazie ai successi dell’allenatore del Chelsea Roberto Di Matteo, che sabato scorso ha sollevato il più prestigioso trofeo calcistico europeo. Un’impresa che ha il sapore del riscatto per molti italiani che vivono in Svizzera. Certo, sono lontani i tempi nei quali gli emigranti della Penisola arrivavano a Zurigo coi crampi allo stomaco e le valigie di cartone fra le mani. Oggi gli italiani che vivono nel nostro Paese sono talmente bene integrati da potersi permettere, volendo, di discriminare i “nuovi” stranieri che vengono a cercar fortuna tra Chiasso e Basilea. Massimo Rocchi può parlarne a doppio titolo: perché è uno di loro e perché e ha fatto della sua identità ripartita tra Italia e Svizzera il motore stesso della sua verve creativa.

26.05.2012 - 05:35
Carlo Silini
     I particolari sul giornale | Edizione 26.05.2012 a pagina 2 e 3
Svaniti i sogni cullati alla fine del regime comunista, il "Paese delle aquile" sembra tornato nell'ombra
«Ali Baba aveva 40 ladroni, Ali Pasha (primo presidente albanese nel 1912 ndr.) 80, Sali Berisha almeno 3 mila,... Leggi
L'impiego delle body-cam da parte degli agenti promette di cambiare il rapporto tra cittadini e polizia
L'avanzata tecnologica ha spesso due facce: ad esempio, quando si parla di monitoraggio della popolazione, alcuni... Leggi
In Svizzera gli animali domestici sono sempre più amati - Talvolta però le relazioni troppo esclusive nuocciono anche al cane o al gatto
BERNA - Gli animali domestici sono senza dubbio una delle grandi passioni degli svizzeri, in linea comunque con... Leggi
Marcello Fidanzio, capo dell'ultima missione archeologica che insegna alla facoltà di Teologia esulta: "Abbiamo appena trovato 25 nuovi frammenti, ci aiuteranno a capire i segreti di duemila anni fa".
A quasi settant'anni dalla sua scoperta, Qumran, il sito archeologico intorno a cui sono stati ritrovati i famosi... Leggi
Dal 14 luglio, complice la canicola, è entrato in vigore il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto
LUGANO - L'ondata di calore che sta colpendo il Ticino da diversi giorni portando con sé una siccità decisamente... Leggi
Nell'ultimo mese sono sbarcate sull'isola ellenica poco meno di 10.000 persone - Siamo andati a vedere cosa sta succedendo.
LESBOS (GRECIA) - La traversata è breve – una dozzina di chilometri, contro i 130 di chi vuole raggiungere... Leggi
Da quarant'anni la famiglia Taragnoli abita nell'ex villa del medico, ma dovrà presto cambiare casa: è in arrivo il campus per giovani sportivi d'élite
PIOTTA - Se diciamo ex Sanatorio di Piotta a molti di voi verranno in mente imprenditrici kazake, accademie per... Leggi
COLLEGAMENTI
Edizione del 04 agosto 2015
Programma cinema
Dove
Questa sera
Locarno | Jazz Rock Pop
Mama Bluegrass Band
Country. Segue dj set.
Rotonda Piazza Castello | 21.00
Verscio | Teatro
Con gusto
Varietà con gli allievi della Scuola Teatro Dimitri. Regia di Masha Dimitri.
Teatro Dimitri | 20.30
Luogo