logo

La Svizzera non punge, sorride l'Irlanda

La nazionale di Vladimir Petkovic disputa una partita incolore a Dublino e viene punita dai padroni di casa: finisce 1-0

 
25
marzo
2016
21:58

DUBLINO - Alla vigilia, Vladimir Petkovic aveva promesso il massimo impegno da parte dei suoi giocatori. Il selezionatore della Svizzera aveva pure chiesto alla squadra una prestazione convincente e autoritaria.

Niente di tutto ciò, anzi: a Dublino, gli elvetici hanno disputato una delle peggiori partite dell'era "Vlado". Venendo logicamente sconfitti da un'Irlanda molto più determinata e in palla dei rossocrociati. Il match dell'Aviva Stadium si è concluso sul risultato di 1-0. Decisiva la rete dopo appena due minuti di Clark, che ha sfruttato una dormita collettiva da parte elvetica sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La Svizzera, sotto ritmo e senza acuti, ha fatto praticamente da spettatrice all'incontro. Gli irlandesi invece hanno sfiorato a più riprese la rete del raddoppio, perlomeno nel primo tempo. Sul conto dei padroni di casa anche una traversa.

La sconfitta, la quinta per Petkovic, deve far riflettere. Questa Svizzera senza umiltà e giocatori in grado di scardinare i binari di una partita, ai prossimi Europei francesi, difficilmente andrà lontano.

Irlanda - Svizzera  1-0 (1-0)

Reti: 2' Clark.

Spettatori: 25.000. Arbitro: Zelinka (Rep. Ceca) Ammonito: 40' Dzemaili.

Irlanda: Randolph; Coleman, Duffy, Clark, Brady; Judge, Meyler (61' O'Kane), Quinn (61' McCarthy), McGready (61' Hayes); Long (84' McClean), Doyle (27' Murphy, 79' Hoolahan).

Svizzera: Sommer; Lang (82' Widmer), Schär, Klose, Rodriguez (78' Moubandje); Behrami (72' Fernandes), Xhaka; Dzemaili (71' Tarashaj); Embolo, Seferovic (62' Steffen), Mehmedi (71' Kasami).

Note: Aviva Stadium di Dublino. È stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli attentati di Bruxelles e di Johan Cruyff.

 

Prossimi Articoli

Sulmoni al Lugano, Tosetti al Thun: è fatta

Trovato l'accordo fra le società: l'esterno firma un triennale nell'Oberland mentre il difensore ticinese ha accettato il ritorno a Cornaredo

FC Lugano: ufficializzato Manzo

Alla base del­la de­ci­sio­ne - spiega la società - vi è "la po­si­ti­va al­chi­mia che si è crea­ta in que­sti gior­ni tra lo stes­so Man­zo, i gio­ca­to­ri e l'am­bien­te"

Jamie Vardy resta fedele al Leicester

Il bomber inglese non cede alle avances dell'Arsenal e rinnova fino al 2020 con le "Foxes"

Edizione del 25 giugno 2016
Segui il CdT sui social
Mobile
L'abbonamento su misura per te
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top