logo

La Svizzera non punge, sorride l'Irlanda

La nazionale di Vladimir Petkovic disputa una partita incolore a Dublino e viene punita dai padroni di casa: finisce 1-0

 
25
marzo
2016
21:58

DUBLINO - Alla vigilia, Vladimir Petkovic aveva promesso il massimo impegno da parte dei suoi giocatori. Il selezionatore della Svizzera aveva pure chiesto alla squadra una prestazione convincente e autoritaria.

Niente di tutto ciò, anzi: a Dublino, gli elvetici hanno disputato una delle peggiori partite dell'era "Vlado". Venendo logicamente sconfitti da un'Irlanda molto più determinata e in palla dei rossocrociati. Il match dell'Aviva Stadium si è concluso sul risultato di 1-0. Decisiva la rete dopo appena due minuti di Clark, che ha sfruttato una dormita collettiva da parte elvetica sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La Svizzera, sotto ritmo e senza acuti, ha fatto praticamente da spettatrice all'incontro. Gli irlandesi invece hanno sfiorato a più riprese la rete del raddoppio, perlomeno nel primo tempo. Sul conto dei padroni di casa anche una traversa.

La sconfitta, la quinta per Petkovic, deve far riflettere. Questa Svizzera senza umiltà e giocatori in grado di scardinare i binari di una partita, ai prossimi Europei francesi, difficilmente andrà lontano.

Irlanda - Svizzera  1-0 (1-0)

Reti: 2' Clark.

Spettatori: 25.000. Arbitro: Zelinka (Rep. Ceca) Ammonito: 40' Dzemaili.

Irlanda: Randolph; Coleman, Duffy, Clark, Brady; Judge, Meyler (61' O'Kane), Quinn (61' McCarthy), McGready (61' Hayes); Long (84' McClean), Doyle (27' Murphy, 79' Hoolahan).

Svizzera: Sommer; Lang (82' Widmer), Schär, Klose, Rodriguez (78' Moubandje); Behrami (72' Fernandes), Xhaka; Dzemaili (71' Tarashaj); Embolo, Seferovic (62' Steffen), Mehmedi (71' Kasami).

Note: Aviva Stadium di Dublino. È stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime degli attentati di Bruxelles e di Johan Cruyff.

 

Prossimi Articoli

Fallimento Xamax, processo in agosto

L'ex presidente Bulat Chagaev e il suo braccio destro Islam Satujev saranno giudicati per reati finanziari di diversa natura

Il giocatore svizzero più caro della storia

Il talento elvetico Granit Xhaka è stato acquistato dall'Arsenal per 45 milioni di franchi - È il prezzo più alto mai pagato per un rossocrociato

“Questa è la salvezza di tutti”

LE INTERVISTE - Giocatori, presidente e allenatore si godono la grande notte bianconera: le reazioni da Cornaredo

Edizione del 28 maggio 2016
Segui il CdT sui social
Mobile
L'abbonamento su misura per te
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top