logo

A Tenero per prepararsi alla neve

Le velociste della nazionale femminile di sci si allenano al Centro sportivo

 
25
giugno
2013
18:53
Tarcisio Bullo

TENERO – Luca de Marchi e Daniele Petrini hanno voluto portare le loro ragazze per uno stage di tre giorni di preparazione in Ticino, precisamente a Tenero, presso il Centro sportivo nazionale. Le ragazze sono le velociste della nazionale femminile di sci, con l’eccezione di Lara Gut, che si allena col suo team, e di Tina Weirather, atleta del Liechtenstein che si aggregherà alla nazionale rossocrociata solo più tardi, in occasione delle prime uscite sulla neve. Luca de Marchi, ticinese di Davesco Soragno, è il responsabile della condizione fisica dei gruppi 1 e 2 di Coppa del mondo, quelli in cui sono inserite le velociste e le combinatiste. Daniele Petrini, da parte sua, è l’allenatore capo del gruppo di velocità, il punto di riferimento di ragazze come Dominique Gisin, Fabienne Suter, Nadja Kamer (dallo scorso aprile maritata Inglin), Andrea Dettling o Martina Schild.
“Ho voluto portare le ragazze in Ticino per variare un po’ il programma di allenamento. Resteremo solo tre giorni, ma in questa fase della stagione i momenti in cui stiamo assieme durano sempre poco. Le ragazze sono già lontane da casa tutto l’anno, almeno in primavera alterniamo allenamenti collettivi e individuali, dato che ognuna riceve da parte mia un programma e sa esattamente cosa fare” afferma Luca de Marchi.
L’obiettivo di questo allenamento ticinese è anche di variare il clima e l’altitudine: in precedenza, il gruppo aveva lavorato a St. Moritz “è importante abituarsi ai cambiamenti” annota de Marchi.
E oggi il sole caldo di Tenero ha fatto soffrire un po’ le ragazze, in particolare Dominique Gisin, che ama il clima temperato e in Ticino, per la precisione in Valle Maggia, ha recentemente trascorso qualche giorno di vacanza.
La stagione a venire sarà particolarmente impegnativa, visto che non ci sarà di mezzo solo la Coppa del mondo, ma pure le Olimpiadi di Sochi, un appuntamento che già frulla nella mente di tutte le ragazze e che ha fatto desistere dal ritiro, per esempio, Martina Schild.
Per Daniele Petrini il lavoro è soltanto ai preliminari. Il tecnico luganese osserva e interviene poco, il suo habitat naturale è la neve. E per la neve bisogna attendere. “Le prime uscite a Zermatt sono previste per il 22 luglio, poi spezzeremo la monotonia dell’allenamento con un’uscita in Sudamerica, prima in Cile, quindi in Argentina” afferma Petrini.

  

Edizione del 19 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top