logo

Un selfie in 3D per creare il proprio avatar

Un nuovo software realizzato da ricercatori del Politecnico federale di Losanna (EPFL) trasformerà in poco tempo un video selfie in una figura computerizzata

 
(foto EPA)
 
05
agosto
2015
15:11
ats

LOSANNA - Chi da sempre desidera avere un avatar in 3D potrebbe presto avere la possibilità di crearlo con il proprio telefonino. Un nuovo software realizzato da ricercatori del Politecnico federale di Losanna (EPFL) trasformerà in poco tempo un video selfie in una figura computerizzata.

Il team di Alexandru Ichim del EPFL ha l'ambizione di rendere accessibile a chiunque ciò che richiede mesi di lavoro agli animatori di Hollywood: un duplicato di sé stessi in 3D. "Vogliamo rendere il processo veloce e semplice: basta filmarsi e fare qualche foto che rilevi le varie espressioni del viso e il nostro algoritmo si occupa del resto", spiega Ichim citato nel comunicato odierno dell'ateneo.

Gli sviluppatori del programma prevedono numerose possibilità d'uso: giochi, realtà virtuale, discussioni online con altri avatar, comparse in film, videoconferenze e addirittura terapie con l'avatar per le persone che soffrono di schizofrenia. Una tecnica già utilizzata all'University College di Londra.

I ricercatori del EPFL vogliono però ancora affinare il procedimento, in particolare alcune limitazioni ancora esistenti. Ricreare esattamente i capelli, ad esempio, è molto difficile. L'interno della bocca con i denti e la lingua, come pure le orecchie non sono ancora individualizzati.

Anche la modellazione del corpo è prevista, ma per il momento i ricercatori si sono concentrati sul viso, che è il mezzo di comunicazione più espressivo dell'essere umano.

Queste prime realizzazioni saranno presentate in occasione della Conference and Exhibition on Computer Graphics and Interactive Techniques (SIGGRAPH), la conferenza sulla grafica computerizzata, organizzata annualmente negli Stati Uniti che si svolgerà dal 9 al 13 agosto a Los Angeles.

Prossimi Articoli

“Non ero più in sintonia con il Consiglio federale”

Così l'ex ministro degli Esteri Didier Burkhalter ha spiegato la sua decisione di lasciare l'Esecutivo - "Sull'esportazione di armi e la parità salariale avevo altre idee"

Controllarono un uomo di colore, assolti tre poliziotti

Il processo si è riaperto una settimana fa davanti al Tribunale distrettuale di Zurigo dopo una lunga serie di ricorsi: non ci fu alcuna discriminazione razziale

Per bulgari e rumeni mercato svizzero ancora limitato

Il Consiglio federale ha deciso di mantenere per un anno supplementare il contingente di permessi B

Edizione del 21 aprile 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top