logo

Il Ticino ospite d'onore alla festa del cavallo

Il Cantone si è presentato alla rassegna equina più famosa di Svizzera nel Giura con una delegazione di 600 persone e una settantina di cavalli - Presenti Bertoli, Gobbi, Vitta, Schneider-Ammann, Cassis e Maudet

 
13
agosto
2017
16:22
ats/Red.Online

SAIGNELÉGIER (JU) - Diverse decine di migliaia di persone hanno preso parte questo fine settimana al Marché-Concours di Saignelégier (JU), la rassegna equina più famosa della Svizzera, che vedeva quest'anno il Ticino quale cantone ospite.

Come da tradizione, alla manifestazione ha partecipato anche un consigliere federale. Quest'anno si è recato sulle alture giurassiane Johann Schneider-Ammann, giunto a Saignelégier su un calesse in compagnia della presidente del Governo cantonale Nathalie Barthoulot.

Come ogni anno i momenti culminanti della manifestazione sono stati il grande corteo, le gare e la parata di 400 cavalli. L'ospite d'onore dell'edizione 2017 è stato il Ticino che si è presentato nel Giura con una delegazione di 600 persone e una settantina di cavalli.

Il cantone si è presentato con lo slogan "Il Ticino per tutti i gusti". Erano presenti il presidente del Consiglio di Stato Manuele Bertoli e i consiglieri di Stato Norman Gobbi e Christian Vitta. Sul posto anche il candidato al Consiglio federale Ignazio Cassis, così come lo sfidante Pierre Maudet.

Nel suo discorso, Bertoli si è congratulato con gli organizzatori del Marché-Concours che hanno saputo modernizzarsi senza per questo dimenticare la tradizione. Il presidente del governo ticinese ha anche menzionato l'importanza di conoscersi per le differenti comunità del Paese, ciò che passa anche per la conoscenza delle lingue. E a dal proposito ha ringraziato il Giura che permette agli scolari di apprendere l'italiano.

Da parte sua, Barthoulot ha ricordato che il 24 settembre 1978 fu proprio il Ticino il cantone che approvò con il maggiore entusiasmo la creazione del canton Giura, con oltre il 95% dei consensi.

Durante la rassegna la delegazione ticinese ha proposto uno spettacolo intitolato "Il passaggio del San Gottardo tra mito e realtà". La rappresentazione, curata da Fabrizio Arrigoni, è incentrata sulle leggende della via delle genti quale passaggio obbligato fra nord e sud ed è culminata in un'immersione nel presente con la galleria ferroviaria più lunga del mondo.

"Abbiamo riscosso un notevole successo"

La Cancelleria di Stato ticinese ha valutato come segue la presenza ticinese nel Giura.

"A 27 anni dall'ultimo invito quale ospite d'onore, il Ticino ha riscosso un notevole successo in occasione dell'edizione 2017 del Marché-Concours di Saignelégier. Lo spazio espositivo allestito dal Cantone ha visto un afflusso eccezionale di curiosi che hanno potuto assaporare il meglio dell'enogastronomia – grazie anche alle farine di Paolo Bassetti e alla presenza dei cuochi dell'Ente Manifestazioni Maggesi – e lasciarsi incuriosire dalle attrazioni turistiche del nostro territorio. Elia Frapolli, Direttore di Ticino Turismo, ha espresso la propria soddisfazione per «una grande opportunità promozionale per il Ticino turistico», occasione privilegiata «per promuovere la nostra offerta verso i turisti romandi e svizzero-tedeschi storicamente il mercato principale per il Ticino». Anche il bilancio delle visite allo spazio espositivo del Cantone è giudicato molto soddisfacente dall'ente cantonale: «Lo stand che abbiamo proposto a Saignelégier, in collaborazione con le Organizzazioni turistiche regionali, Ticinowine e la Conferenza Agroalimentare Ticino, ha riscosso un grande successo di pubblico».

Particolari elogi sono stati tributati allo spettacolo che il Cantone ospite d'onore è tradizionalmente invitato a mettere in scena. La rappresentazione ideata e diretta da Fabrizio Arigoni – che ha avuto quali protagonisti alcuni giovani ginnasti ticinesi – ha ripercorso il mito del San Gottardo, «Via delle genti» e collegamento fra il Ticino e il resto della Confederazione. Il pubblico ha dimostrato di gradire molto le coinvolgenti musiche – su tutte, il brano «Sacra Terra del Ticino» –, i costumi realizzati dalla Scuola specializzata superiore di abbigliamento e design della moda (STA) e l'imponente scenografia prodotta dal Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA). Ottimo anche l'interesse per il tradizionale corteo della domenica – uno dei momenti più attesi del Marché-Concours –, che ha visto la partecipazione di ben 600 figuranti provenienti da tutto il Ticino.

La Cancelleria dello Stato, che ha coordinato l'organizzazione della presenza ticinese al Marché Concours, stila quindi un bilancio molto positivo dell'esperienza in terra giurassiana e coglie l'occasione per ringraziare tutti i partner – Ticino Turismo, Conferenza Agroalimentare Ticino, la Federazione Ticinese Sport Equestri (FTSE), Gruppo Attacchi della Svizzera italiana (GASI), Scuola specializzata superiore di abbigliamento e design della moda (STA), Scuola d'arti e mestieri della sartoria (SAMS), Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA), Azienda Agraria Cantonale di Mezzana (AACM), Accademia Dimitri (SUPSI), Fondazione Diamante e AutoPostale Regione Ticino – per il prezioso contributo che ha permesso di rappresentare al meglio il nostro Cantone e onorare l'invito ricevuto dagli organizzatori".

Prossimi Articoli

La carica dei 40 mila per il Papa

GINEVRA - La messa del Pontefice è iniziata alle 17.30 al Palexpo - Massiccia presenza delle forze dell'ordine

Accoltella una donna e fugge, ferite gravi

Il fatto di sangue a Gossau (SG), secondo la polizia si tratterebbe di un reato passionale

Fiamme nel bosco a Poschiavo

I pompieri sono intervenuti ieri pomeriggio con un elicottero - All'origine del principio d'incendio la scarica di alcuni fulmini

Edizione del 24 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top