Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
votazioni 18 maggio 2014
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Immobiliari Veicoli Generici Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
Svizzera | Cronaca -  17 lug 2012 14:55

Film a luci rosse in classe

Lo propone männer.ch per insegnare ai ragazzi a far fronte alla pornografia

BERNA - Filmati porno nelle aule scolastiche? Il dibattito è lanciato nella Svizzera tedesca, dopo che l'organizzazione di difesa dei diritti degli uomini e dei padri männer.ch ha chiesto di autorizzare il materiale a luci rosse nel quadro di speciali unità di insegnamento, sotto la guida di personale esterno. Obiettivo: insegnare ai ragazzi a gestire l'ondata di pornografia con cui prima o poi verranno in contatto.
In una presa di posizione all'indirizzo della Confederazione, di cui ha riferito domenica la «NZZ am Sonntag» l'associazione auspica una riforma dell'attuale normativa sessuale: si tratterebbe di rinunciare a regole di natura morale per puntare sull'educazione e sul rafforzamento dell'autonomia sessuale. Nel campo della pornografia dura männer.ch ritiene quindi per esempio che dovrebbero essere autorizzate scene con escrementi o pratiche sessuali sado-maso.
A far parecchio discutere in questi giorni è però soprattutto la richiesta di poter mostrare porno anche a minori di 16 anni - attualmente comportamento penalmente perseguibile - se ciò avviene con un evidente intento pedagogico e in sedute chiaramente definite. Questo perché oggigiorno - argomenta la «lobby» degli uomini - i giovani sono confrontati molto presto con argomenti di carattere pornografico, che lo si voglia o no: quindi sia i genitori, sia la scuola dovrebbero accompagnarli in modo serio sul campo.

17.07.2012 - 14:55
ats
A gennaio il barometro del KOF è sceso ancora di 1,8 punti rispetto al mese precedente - Il Bakbasel conferma l'evoluzione negativa
ZURIGO/BASILEA - Il clima per l'economia svizzera si fa più difficile. Il barometro del Centro di ricerca congiunturale... Leggi
È quanto affermano due cittadini che hanno depositato ieri una denuncia al Tribunale federale
BERNA - La votazione sull'iniziativa contro l'immigrazione di massa deve essere invalidata. È quanto affermano... Leggi
Il segretario generale dell'UDC Martin Baltisser e la sua vice Silvia Bär hanno violato le norme
BERNA - Il segretario generale dell'UDC Martin Baltisser e la sua vice Silvia Bär dovranno rispondere davanti... Leggi
La giovane era l'unica di 4 persone a riuscire ad uscire dal cumulo di neve che li ha investiti giovedì
SION (VS) - È deceduta stanotte una ragazza di 17 anni che è stata travolta giovedì verso mezzogiorno da una... Leggi
Il direttore d'orchestra Israel Yinon, 59 anni, colpito da un malore a Lucerna
LUCERNA - Il direttore d'orchestra Israel Yinon è morto ieri sera durante un concerto al Centro culturale e congressuale... Leggi
La Leuthard a Bruxelles discute dell'intesa per l'energia che l'Ue bloccò dopo il voto del 9 febbraio
BERNA - La consigliera federale Doris Leuthard si è recata oggi per una visita di lavoro a Bruxelles, dove ha... Leggi
COLLEGAMENTI
Edizione del 30 gennaio 2015
Programma cinema
Dove
Questa sera
Lugano | Teatro
Lady Macbeth... e le altre
Da William Shakespeare, con la compagnia del Teatro di Banco, diretta da Giancarlo Sonzogni.
Biblioteca Interculturale della Svizzera italiana (BISI) | 20.30
Tesserete | Jazz Rock Pop
Le varie sostante
Cover rock.
Irish Pub Alpino | 21.00
Luogo