Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
Elezioni cantonali 2015Expo 2015
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
Svizzera | Cronaca -  25 apr 2013 12:15

In Svizzera si mangia meno carne

Il consumo pro capite lo scorso anno ha subito una flessione del 3,4%

ZURIGO - In Svizzera si mangia meno carne. Il consumo pro capite ha raggiunto l'anno scorso 51,72 chilogrammi, in calo del 3,4% rispetto al 2011. Il consumo complessivo ha registrato una flessione del 2,3% a 421'018 tonnellate: una cifra che supera comunque del 3,5% la media degli ultimi 10 anni.
Le cifre - in parte già anticipate all'inizio del mese da Pro Viande - sono state presentate oggi a Zurigo dall'Unione professionale svizzera della carne (USPC). Per l'organizzazione dei macellai, il calo è una conseguenza del turismo degli acquisti: la carne comperata nelle regioni limitrofe non figura nelle statistiche, ma secondo l'USPC farebbe aumentare del 2,5% il consumo interno.
Sulla base delle informazioni ricevute dai suoi associati, l'organizzazione ritiene inoltre che l'aumento degli acquisti all'estero non vada a scapito delle piccole macellerie, ma soprattutto dei grandi distributori. Un altro motivo del calo complessivo sarebbe da ricondurre alla situazione economica e alla ridotta propensione a recarsi nei ristoranti.
Il maiale rimane il tipo di carne più consumato, con 23,54 kg all'anno a testa, seguito dal pollame, con 11,31 kg, e dalla carne di manzo, con 11,06 kg.

25.04.2013 - 12:15
ats
Il presidente di BNS Jordan a Jackson Hole: "La politica monetaria deve concentrarsi sul suo mandato iniziale a medio termine"
JACKSON HOLE/BERNA - La politica monetaria deve concentrarsi sul suo mandato iniziale di stabilizzazione dei prezzi:... Leggi
La "mozione Lombardi" è stata adottata dalla commissione dell'economia degli Stati: un passo avanti per aperture fino alle 20
BERNA - Sì all'armonizzazione dell'apertura dei negozi a livello nazionale, ma senza un'eccessiva ingerenza nelle... Leggi
Per la banca il Pil salirà dell'1% quest'anno e dell'1,4% il prossimo
ZURIGO - Alla luce degli ultimi dati appena pubblicati sul prodotto interno lordo (Pil) svizzero nel secondo trimestre... Leggi
Parola di Simonetta Sommaruga durante i colloqui di Casa von Wattenwyl: ecco tutti i temi affrontati
BERNA - Rispetto al resto dell'Europa, l'aumento di domande d'asilo in Svizzera è stato finora moderato. La quota... Leggi
La Commissione degli affari giuridici ha respinto il progetto di legge che prevedeva un registro giuridico specifico per le aziende
BERNA - No a un casellario giudiziale specifico per le imprese. Lo ha deciso per 13 voti a 8 la Commissione degli... Leggi
La Confederazione vuole istituire una Task-Force con l'obiettivo di fermare le bande internazionali - Il primo gruppo di lavoro sarà operativo nei prossimi giorni a Chiasso
BERNA - La Confederazione vuole istituire una Task-Force per combattere le bande internazionali che indirizzano... Leggi
Edizione del 28 agosto 2015
Programma cinema
Dove
Questa sera
Lugano | Conferenze
Scrittori e musica al Ciani
Pomeriggio letterario-musicale con Ben Pastor, Dusan Velickovic, Cristina Battocletti, Luisa Canonica e il Trio Encuentro.
Ex Asilo Ciani | 15.00-23.00
Airolo | Serate danzanti
Toto Cavadini, Deborah e Togn Canova
Musica e ballo.
Hotel des Alpes | 21.30
Luogo