Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
votazioni 18 maggio 2014
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Immobiliari Veicoli Generici Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
Svizzera | Cronaca -  25 apr 2013 12:15

In Svizzera si mangia meno carne

Il consumo pro capite lo scorso anno ha subito una flessione del 3,4%

ZURIGO - In Svizzera si mangia meno carne. Il consumo pro capite ha raggiunto l'anno scorso 51,72 chilogrammi, in calo del 3,4% rispetto al 2011. Il consumo complessivo ha registrato una flessione del 2,3% a 421'018 tonnellate: una cifra che supera comunque del 3,5% la media degli ultimi 10 anni.
Le cifre - in parte già anticipate all'inizio del mese da Pro Viande - sono state presentate oggi a Zurigo dall'Unione professionale svizzera della carne (USPC). Per l'organizzazione dei macellai, il calo è una conseguenza del turismo degli acquisti: la carne comperata nelle regioni limitrofe non figura nelle statistiche, ma secondo l'USPC farebbe aumentare del 2,5% il consumo interno.
Sulla base delle informazioni ricevute dai suoi associati, l'organizzazione ritiene inoltre che l'aumento degli acquisti all'estero non vada a scapito delle piccole macellerie, ma soprattutto dei grandi distributori. Un altro motivo del calo complessivo sarebbe da ricondurre alla situazione economica e alla ridotta propensione a recarsi nei ristoranti.
Il maiale rimane il tipo di carne più consumato, con 23,54 kg all'anno a testa, seguito dal pollame, con 11,31 kg, e dalla carne di manzo, con 11,06 kg.

25.04.2013 - 12:15
ats
Lo chiede il Gran Consiglio grigionese per motivi legali - Sarebbe discriminatoria per l'italiano
COIRA - Il Gran Consiglio grigionese deve dichiarare nulla l'iniziativa popolare cantonale "Solo una lingua straniera... Leggi
Condamin-Gerbier, della ginevrina Reyl, sarà giudicato venerdì al TPF di Bellinzona
BELLINZONA - Pierre Condamin-Gerbier, ex quadro della banca ginevrina Reyl accusato da quest'ultima di aver trasmesso... Leggi
L'ha comprata una holding francese, che promette continuità, per 2,8 miliardi di franchi
LOSANNA/LONDRA - La società di partecipazioni britannica Apax ha comunicato oggi la cessione di Orange Svizzera... Leggi
DFI scettico sull'introduzione in etichetta di una "dichiarazione di rinuncia parziale" - DI`LA TUA
BERNA - Anche in futuro sulle etichette dei generi alimentari potrà essere menzionata solo la rinuncia completa... Leggi
Basilea Campagna - Fugge sorpreso dal proprietario ma si ferisce il ginocchio e richiede aiuto
MüNCHENSTEIN (BL) - Uno scassinatore poco accorto dovrà rispondere alla giustizia nel cantone di Basilea Campagna:... Leggi
Il Gran consiglio vallesano ha sbloccato i fondi necessari ad assicurarsi i servigi del ticinese
SION - Il Gran consiglio vallesano ha approvato oggi il decreto che permetterà di remunerare un procuratore straordinario... Leggi
BNS, la misura per rendere meno attrattivo il franco e rafforzare il cambio a 1,20 sull'euro
BERNA - La Banca nazionale svizzera (BNS) ha introdotto il tasso d'interesse negativo. I patrimoni sui conti giro... Leggi
Edizione del 18 dicembre 2014
Programma cinema
Dove
Questa sera
Lugano-Grancia | Jazz Rock Pop
Christmas in jazz
Con Malchevada Trio. Ospiti: Maddalena Antona, voce e Mirco Bussi, clarinetto. "Note per un Incontro - Aspettando il Natale".
Ristorante Incontro | 19.00
Lugano | Jazz Rock Pop
Un mare di pace
Jazz con Rosario Bonaccorso, contrabbasso; Javier Girotto, sax; Bebo Ferra, chitarra. "Christmas in Jazz".
Chiesa Beata Vergine Immacolata (via Peri) | 20.00
Luogo