logo

Prostitute negli alloggi sussidiati

Lucciole in uno stabile di via Guisan a Chiasso

 
(foto CdT)
 
13
luglio
2011
05:50

CHIASSO - Che diversi appartamenti del quartiere di via Soldini siano locati a prostitute è cosa nota da tempo sia alle autorità comunali sia alla cittadinanza; è molto più sorprendente, invece, che pure degli appartamenti a pigione moderata, di regola affittati a persone o nuclei familiari con scarse disponibilità economiche o al beneficio di sussidi, vengano messi a disposizione di ragazze dedite al meretricio. È ciò che avviene in un palazzo di via Guisan di proprietà della Alloggi Ticino, una società anonima, si legge sul sito Internet, «di interesse pubblico costituita nel 1987 di cui il Canton Ticino (38%) e l’Ufficio federale dell’alloggio (35,5%) detengono assieme il 73,5% del pacchetto azionario. Scopo statutario di Alloggi Ticino SA è quello di favorire, con l’acquisto di terreni, immobili e costruendo appartamenti, l’edilizia residenziale economica in Ticino e di ostacolare la speculazione nel mercato delle abitazioni. Si tratta quindi di uno scopo unicamente di carattere sociale che ha quale obbiettivo principale quello di creare alloggi che possano essere affittati a prezzi economicamente sopportabili anche da persone o famiglie che beneficiano di redditi modesti e di fungere da osservatorio e da calmiere nel mercato dell’alloggio».

Edizione del 2 maggio 2016
Segui il CdT sui social
Mobile
L'abbonamento su misura per te
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top