Cultura e spettacoli La fattoria degli animali Tempo Libero Motori Cinema Eureka Gossip Film Festival Parliamone Fotogallery Piazza del Corriere Primo Piano Salute Info Aziende Commenti Dal giornale Sondaggi Web
votazioni 18 maggio 2014
Farmacie di turno Emergenze Pronto soccorso Ospedali Cliniche
Trasporti Infostrada Agenda Cinema Musei Gallerie arte
Offerte Concorsi Iniziative Album fotografico
Corriere Lavoro Immobiliari Veicoli Generici Annunci Extra
Tariffe Acquista singola edizione Nuovo abbonamento Modifica indirizzo Sospensione consegna Scrivici Registrati Pass.Dimenticata
Ticino | Cronaca -  6 mag 2010 14:14

Verzasca SA, 50 anni di energia

L'azienda nacque nel 1960 per realizzare la diga

VOGORNO – Nella sua onorata carriera ha sin qui prodotto 10 miliardi di kWh, e la sua produzione annua – tra alti e bassi – potrebbe soddisfare il fabbisogno di 30 mila economie domestiche. È la diga della Verzasca, vero e proprio monumento della transizione ticinese alla modernità: un manufatto storico – realizzato in comproprietà dalla città di Lugano e dal Cantone – che proprio oggi festeggia il mezzo secolo di vita. O meglio, come ha spiegato il presidente della Verzasca SA Erasmo Pelli, vice sindaco di Lugano: «i cinquant’anni trascorsi dal 6 maggio 1960, giorno in cui venne costituita la società destinata, cinque anni più tardi, a inaugurare il bacino».

Per celebrare lo storico compleanno, la Verzasca SA ha deciso un gesto sostanziale verso i Comuni toccati dall’impianto: Gordola, Tenero, Minusio, Locarno, oltre naturalmente alle comunità della valle. «In occasione del 50. di fondazione», ha annunciato Pelli, «la Verzasca SA verserà un gettito d’imposta annuo supplementare, per un ammontare totale di 220 mila franchi». Un provvedimento, che sarà accompagnato anche da una gratifica per il personale – sono 13 in totale i dipendenti – e verso i pensionati.

6.05.2010 - 14:14
o.b.
Pompaggio, si vedrà

A proposito invece delle prospettive future, per quanto riguarda il controverso tema del pompaggio/turbinaggio – la tecnologia di ultima generazione che potrebbe essere adottata collegando la diga al Lago Maggiore – il presidente del CdA è stato sibillino. «L’idea andrà considerata insieme al Cantone», ha affermato Pelli, « poiché la città di Lugano da sola non potrebbe affrontare l’investimento – circa 250 milioni di franchi – con le sue sole forze». In ogni caso, «se l’iniziativa dovesse davvero prendere corpo, occorrerà riconsiderare la scadenza della concessione: con l’attuale termine fissato al 2045, infatti, sarebbe impossibile ammortizzare l’investimento per questo avanzamento tecnologico».

     I particolari sul giornale | Edizione 07.05.2010 a pagina 27
Si è spacciato per fisioterapista, massaggiatore, dentista e medico specializzato
CHIASSO - Dentista, fisioterapista, massaggiatore, psicologo, specializzato in medicina interna generale. Sulla... Leggi
L'ex operaio delle Officine FFS di Bellinzona nel racconto dei colleghi: "Insospettabile"
BELLINZONA - «Addio allo stereotipo dell'uomo errante armato di lupara che tende agguati». Il 'Corriere della... Leggi
Il CEO Coduri: Svizzera e Italia centrali, ma ci sono anche altri mercati - Presto una sede a Como
LUGANO - Stefano Coduri è dal gennaio 2012 chief executive officer (CEO) del Gruppo BSI. Il gruppo bancario ticinese... Leggi
Ferrovia Mendrisio-Varese, risolto il contratto tra committente e ditta appaltatrice
CHIASSO - Le anticipazioni del Corriere del Ticino dell'altro ieri lasciavano presagire il peggio e ora lo scenario... Leggi
Quest'anno - causa maltempo e drosophila suzukii - scendono produzione e introiti dei viticoltori
BELLINZONA - La vendemmia 2014 non sarà ricordata né per la quantità delle uve raccolte né probabilmente per... Leggi
Pastorale Ticino: "C'è leggerezza. Queste cose non aiutano la sessualità sana"
LUGANO - In tutto il Ticino si è iniziato a raccogliere firme per manifestare il dissenso in riferimento al fatto... Leggi
Il Municipio chiede al Cantone un'eccezione per le turiste arabe, per non penalizzare il settore
LUGANO - Niente più burqa e niqab in Ticino, come hanno deciso i ticinesi? Dipende. Nella procedura di consultazione... Leggi
Davesco: il Municipio mantiene il divieto d'uso nell'area della frana - Attivo il Soccorso d'inverno
LUGANO - Il Municipio mantiene "blindata" l'area colpita dalla frana a Davesco-Soragno (il 16 novembre scorso... Leggi
Edizione del 26 novembre 2014
Programma cinema
Dove
Questa sera
Ambrì | Conferenze
Fuori dal piatto... un giretto attorno all'alimentazione
Relatore: Paolo Peduzzi.
Aula Magna Scuole Medie | 20.00
Bellinzona | Per i ragazzi
Lucciole e Piume. Le Avventure di Melchisedecca e Nocciola
Lettura della storia e presentazione dell'autrice Barbara Dell'Acqua con l'illustratore Gianluigi Susinno.
Biblioteca Comunale | 16.30
Luogo