logo

Gobbi e Villa ai ferri corti

Il giudice critica le Istituzioni e il ministro reagisce su Facebook

 
Il direttore del Dipartimento delle Istituzioni Norman Gobbi.
 
13
settembre
2013
12:02
Gianni Righinetti

BELLINZONA È un botta e risposta senza insulti, ma sotto, sotto mostra un profondo malessere tra il potere giudiziario e quello politico. Protagonisti sono il giudice Marco Villa e il direttore del Dipartimento delle Istituzioni Norman Gobbi. Il primo, nel corso di un processo per droga che si è tenuto giovedì 12 settembre a Bellinzona ha accusato i servizi del Dipartimento di Gobbi di agire con leggerezza nell'attribuzione di permessi B e assegni assistenziali. "Forse sarebbe meglio lasciare le scrivanie e andare a vedere cosa succede fuori dagli uffici" ha dichiarato in aula penale Villa. Pronta la replica, di buon mattino, via Facebook e Twitter da parte di Gobbi: "Mi sorprende che un giudice non ricordi come sia il suo partito (PLR) ad aver voluto e sostenuto l'Accordo sulla libera circolazione, che tra tante cose, non permette di richiedere il casellario giudiziale del cittadino UE in arrivo da noi".

Edizione del 24 giugno 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top