logo

Lo speleologo trovato privo di vita

Si tratta di un 39enne della provincia di Alessandria che si era immerso nel pomeriggio con due colleghi

 
09
gennaio
2016
17:34
Red. Online

AROGNO - È stato purtroppo localizzato privo di vita ad una settantina di metri di profondità, il sub speleologo disperso da oggi pomeriggio nella sorgente "Bossi" ad Arogno.

Gli specialisti nel soccorso speleologico giunti dalla Svizzera interna hanno trovato il suo corpo esamine attorno alle ore 20:45. Sono subito iniziate le operazioni di recupero della salma che sarà poi presa in consegna dagli inquirenti per capire le cause del decesso.

L'allarme era stato dato a metà pomeriggio da due compagni di immersione dello sventurato che non lo hanno visto riemergere nel pozzo. Sul posto sono intervenuti i pompieri, gli agenti della polizia lacuale, i soccorritori del SAM oltre agli specialisti di soccorso speleologico.

  Immagini dei soccorsi

Prossimi Articoli

Nel Ceresio si dovrà convivere con il "mostro"

Il crescita la presenza del pesce siluro nel lago - I pescatori: "Dobbiamo prenderne atto, quasi impossibile estirparlo"

Le AIL e le pecore operaie

Da un anno sei animali si prendono cura dei prati attorno ai pozzi di captazione di Bioggio: "Esperienza positiva, il gregge si ingrandirà"

Edizione del 15 agosto 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top