Con il naso all’insù

Airone cenerino:
elegante e discreto

Airone cenerino: <br />elegante e discreto
Un esemplare a volo radente sull’acqua

Airone cenerino:
elegante e discreto

Un esemplare a volo radente sull’acqua

Aprile è il mese più adatto per l’osservazione degli aironi. Si tratta, infatti, del mese in cui questi maestosi uccelli nidificano in colonie e, oggigiorno, è abbastanza facile osservarli vicino ai laghi e ai corsi d’acqua di fondovalle di tutto il Ticino. La situazione per l’Ardea cinerea non è sempre stata positiva. All’inizio del Novecento, in Svizzera, erano presenti solo una cinquantina di coppie nidificanti, come riporta il «Rapporto della situazione dell’avifauna in Svizzera del 2017» della Stazione ornitologica svizzera di Sempach. Molte le misure intraprese negli anni a tutela della specie. A gennaio 2017 si contavano 1.886 esemplari su tutto il territorio nazionale, con un trend di crescita positivo.

Anche in un periodo che, per causa di forza maggiore, vede limitati gli spostamenti, è abbastanza facile, per coloro che vivono nei pressi delle colonie, osservare questi magnifici uccelli munendosi di un buon binocolo e tanta pazienza. Negli ultimi decenni, inoltre, a causa della massiccia antropizzazione e dei frequenti contatti, anche questa specie ha imparato a convivere con l’uomo e si lascia avvicinare abbastanza per poter venir osservata in tutto il suo splendore.

Le caratteristiche
L’airone è uno degli uccelli più facili da riconoscere. Si tratta di un trampoliere che raggiunge il metro di altezza e sfiora, da adulto, i 2 chilogrammi di peso.
Si presenta con la tipica livrea grigia, becco giallo e zampe brunastre. Il collo e la testa sono bianchi e la nuca presenta una marcata linea nera. Tiene il collo tipicamente ripiegato a «S» durante il volo.
Qui è possibile sentire una registrazione del verso che è principalmente un rauco gracchiare.

L’ambiente
Questa specie della famiglia degli Ardeidae è stanziale, a differenza delle altre specie correlate. Si trova nei pressi di stagni, corsi d’acqua principalmente a lento scorrimento, laghi e campi allagati. Nella Svizzera italiana è frequente lungo il fiume Tresa, le rive naturali del lago di Lugano e del Verbano, le bolle di Magadino e lungo il fiume Ticino. L’airone cenerino nidifica in gruppo su alberi ad alto fusto.

La riproduzione
I nidi delle colonie, costruiti con ramoscelli e canne, ospitano dalle 3 alle 5 uova che si schiudono dopo circa 28 giorni di cova. I pulcini, che vengono allevati da entrambi i genitori, rimangono nel nido per un massimo di 50 giorni.

La nutrizione
Grazie al collo mobile e slanciato, gli aironi sono dei provetti cacciatori. Questi uccelli pescano in acque basse, fino a poco più di mezzo metro di profondità, con una tecnica molto particolare. Si spostano con passi lenti e calibrati fino a quando individuano la preda. Una volta avvistato il pesce o l’anfibio che intendono catturare si immobilizzano e, con un movimento saettante del lungo collo, arpionano con il robusto becco l’oggetto delle loro attenzioni che viene quindi lanciato in aria e inghiottito in un sol boccone.

Scheda zoologica
Classe: Aves
Ordine: Ciconiiformes
Famiglia: Ardeidae

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Animali
  • 1