Consigli

Caro padrone ho caldo:
ecco come proteggermi

Caro padrone ho caldo:<br />ecco come proteggermi
Per una fuga «a quattro zampe» dal colpo di calore è necessario avere accortezze particolari verso i nostri amici.

Caro padrone ho caldo:
ecco come proteggermi

Per una fuga «a quattro zampe» dal colpo di calore è necessario avere accortezze particolari verso i nostri amici.

Meravigliosa l’estate, ma il caldo è un problema a cui dobbiamo far fronte. Chi ha animali, in particolar modo, deve pensare sempre «con una zampa» in più, ovvero ricordare che anche il suo cane, o gatto, o chi per esso, risente del caldo e può arrivare a soffrirne in modo sproporzionato. Per questo, L’Ufficio Federale della Sicurezza Alimentare e di Veterinaria ha messo a punto alcuni consigli utili al fine di proteggere i nostri amici. Se per istinto gli animali cercano il refrigerio quando fa caldo, tuttavia non sempre possono provvedere a se stessi nel trovare soluzioni adeguate rispetto alla situazione di calore. Sta a noi, quindi, prenderci cura di loro soprattutto in questi momenti, dandogli accesso a pavimenti freschi, creando per loro zone d’ombra, predisponendo continuamente la ciotola con l’acqua fresca.

Alcuni animali soprattutto, come le razze brachicefale dei cani, di cui fanno parte per esempio i bulldog o i carlini, risentono moltissimo del caldo intenso e, se non si mettono in atto apposite strategie, finiscono più facilmente di altri per incorrere nei cosiddetti colpi di calore. I colpi di calore si riconoscono perché il cane comincia ad ansimare in modo spropositato, respira in modo troppo veloce, fatica a mantenere l’equilibrio, tende ad andare in ipersalivazione. La sua pelle scotta e le mucose possono assumere la colorazione rossa, in seguito all’avvenuta congestione delle stesse. Potrebbe anche bere eccessivamente, avere diarrea o vomito, che lo portano a perdere ancora più liquidi. Se non si interviene subito, il colpo di calore può essere letale. Tuttavia, l’animale non va buttato in acqua, ma bagnato con le mani e l’aiuto di un panno, al fine di riportare gradualmente la sua temperatura a una condizione normale. La cosa migliore comunque rimane portarlo dal veterinario non appena si è intervenuti per calmare la situazione.

Al di là dell’evento estremo del colpo di calore, il cane ansima perché tale è il suo meccanismo di cedere calore corporeo. Un bel bagno estivo rigenerante in questo caso rappresenta per l’animale una fonte di benessere, oppure, dove possibile, anche una passeggiata nel bosco in orari non eccessivamente caldi, per mantenerlo in movimento, e noi insieme a lui. Attenzione particolare va fatta all’automobile, quando si potrebbe dimostrare per l’animale un luogo tutt’altro che di riparo dal caldo. Insomma, è fondamentale avere un occhio di riguardo per i nostri animali quando fa molto caldo, in modo da dar loro il miglior benessere possibile, fonte primaria della vitalità che ogni giorno ci regalano.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Animali
  • 1