I consigli

Ecco quali specie
possono convivere

Ecco quali specie <br />possono convivere
Far crescere animali diversi insieme fin da piccoli e seguirli durante i primi contatti sono le cose più importanti

Ecco quali specie
possono convivere

Far crescere animali diversi insieme fin da piccoli e seguirli durante i primi contatti sono le cose più importanti

Se a due persone viene detto di essere come cane e gatto è di solito per indicare che non riescono proprio ad andare d’accordo. Eppure questi due animali possono tranquillamente vivere sotto lo stesso tetto, anche se non è detto che il carattere del singolo esemplare lo renda sempre possibile. La situazione è meno chiara quando si parla di uccelli, rettili e roditori: per questo sono molte le persone che si chiedono quali animali possono convivere in casa.

In Svizzera abitano con noi 505mila cani, 1,6 milioni di gatti e 240mila uccelli, secondo i numeri di The European Pet Food Industry: sono quindi queste le convivenze che la maggior parte delle famiglie sono chiamate a gestire. In generale, Fido è molto socievole e può convivere con quasi tutte le altre specie. Per farlo andare d’accordo con un micio non serve forzare il rapporto, costringendoli ad avvicinarsi l’uno all’altro, ma è necessario comunque uno sforzo affinché tra i due animali si crei un’amicizia. Ciò si ottiene evitando di dare più attenzioni ad uno piuttosto che all’altro. A influenzare la convivenza è comunque la personalità di ogni esemplare, che avrà bisogno dei suoi tempi e spazi per interagire con gli altri abitanti della casa.

Alcune razze di conigli possono essere molto nervose e impaurite e non sono quindi indicate per la convivenza con un cane. In generale, bisogna fare molta attenzione durante i primi contatti, non lasciando gli animali da soli. Nella primissima occasione meglio tenere Fido al guinzaglio e il coniglio in una gabbietta, evitando movimenti bruschi e rassicurando entrambi. Nel caso di cani e uccelli, ci sono troppe differenze per poter creare una relazione stretta: queste specie si eviteranno nella maggior parte dei casi. Distante, ma in genere pacifica, è anche la convivenza tra cani e roditori, che non diventeranno di certo amici.

Nel caso di gerbilli o furetti, bisogna osservare attentamente i loro comportamenti, perché, per dimensione o carattere, questi animali potrebbero avere grosse difficoltà ad instaurare una convivenza pacifica con cani e gatti.

I mici sono un po’ più complicati dei cani, poiché per loro indole sono più territoriali e indipendenti. Il consiglio migliore per farli andare d’accordo con altre specie è farli crescere insieme fin da piccoli, non inserendo quindi una presenza estranea dopo anni in cui sono stati i re della casa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Animali
  • 1
  • 2
    Il comportamento

    Se abbandonati
    cani e lupi sono uguali

    Migliaia di anni di evoluzione hanno differenziato le due specie, ma l’università bulgara di Eötvös Loránd ha dimostrato che l’affetto verso chi li ha cresciuti è identica

  • 3
    Con il naso all’insù

    Una buona notizia
    per chi ama il freddo

    Anche gli appassionati di ghiaccio e neve possono continuare a stare “con il naso all’insù” ed osservare il fringuello alpino: il passeriforme che nidifica alle temperature più basse in assoluto.

  • 4
  • 5
  • 1