Salute

Parassiti su cani e gatti
Ecco come intervenire

Parassiti su cani e gatti <br />Ecco come intervenire
La prevenzione è fondamentale: si suggerisce di utilizzare antiparassitari ad hoc e di osservare attentamente i comportamenti dei propri animali domestici

Parassiti su cani e gatti
Ecco come intervenire

La prevenzione è fondamentale: si suggerisce di utilizzare antiparassitari ad hoc e di osservare attentamente i comportamenti dei propri animali domestici

Stiamo entrando nella bella stagione, caratterizzata da lunghe giornate di sole e temperature miti. Tuttavia, per i nostri animali domestici non si tratta sempre di una buona notizia: con il caldo, infatti, cresce il numero di parassiti che possono attaccare cani e gatti e talvolta possono essere veicoli di malattie problematiche. Pulci e zecche sono nemici fastidiosi: per questo occorre prestare grande attenzione al comportamento di Fido e Felix per intervenire quanto prima.

Come sottolineato da Ezio Ferroglio, docente del dipartimento di Scienze veterinarie all’Università di Torino, le pulci sono parassiti insidiosi: si attaccano all’animale e ne succhiano il sangue. Depongono poi le uova, che si disperdono nell’ambiente. Una volta nati, i «cuccioli» si sviluppano finché non trovano un nuovo ospite da «sfruttare». E il ciclo ricomincia.

Anche le zecche succhiano il sangue dei nostri amici a quattro zampe. Di solito si posizionano dove l’animale non riesce a scacciarle, come il collo, la testa e l’area dietro le orecchie. Sia le zecche che le pulci possono attaccarsi all’uomo: per questo combatterle significa tutelare il benessere di tutta la famiglia. Inoltre, come sottolineato da Ferroglio, questi parassiti possono essere il veicolo di alcune patologie, come ad esempio la babesiosi, la malattia di Lyme e la bartonellosi.

La prevenzione rimane l’arma principale. Una soluzione è quella di utilizzare gli antiparassitari, una pratica comune tra i proprietari dei cani, ma che deve essere adottata anche per i mici. Alcuni prodotti permettono di eliminare i parassiti già adulti, impedendo anche lo sviluppo delle uova e delle larve. In ogni caso, meglio seguire i consigli di uno specialista, che saprà indicare le alternative più adatte al proprio amico a quattro zampe.

In genere i cani sono più a rischio rispetto ai gatti, poiché escono più spesso nei parchi e nelle altre aree verdi delle città. Per questo bisogna stare particolarmente attenti al loro comportamento, soprattutto quando si rientra da una passeggiata. Se Fido continua a muovere insistentemente la testa o si lecca le zampe, meglio controllare il pelo. Bisogna tenere le antenne alzate anche se l’animale si gratta spesso.

Il consiglio è quello di spazzolare di frequente il nostro amico, cercando di individuare l’eventuale presenza di zecche. In caso affermativo, meglio evitare il fai da te, con soluzioni poco affidabili o, addirittura, dannose. Ancora un volta si suggerisce di rivolgersi ad un veterinario, che saprà indicare il prodotto migliore per Fido e Felix.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Animali
  • 1