La tendenza

Socievoli e colorate,
la carica delle cocorite

Socievoli e colorate, <br />la carica delle cocorite
Simpatiche e perfette per la compagnia

Socievoli e colorate,
la carica delle cocorite

Simpatiche e perfette per la compagnia

Colorato, giocoso e in grado di «intrattenere» grazie alla capacità di riprodurre la voce umana: per queste caratteristiche, e non solo, la cocorita è uno degli animali domestici più diffusi al mondo, capace di portare un tocco esotico in ogni abitazione. Un compagno perfetto soprattutto per i bambini. Questo volatile, originario dell’Australia centrale, è conosciuto anche come «pappagallo ondulato» e tra le tante virtù che lo rendono adatto alla vita con l’uomo ci sono le dimensioni ridotte: è lungo in media 15-18 centimetri e pesa 30-35 grammi. Ed è anche particolarmente longevo: se ben curato, può vivere fino a 15 anni.

La cocorita si contraddistingue per un carattere allegro, socievole e particolarmente curioso: per questo, il consiglio è di acquistarne almeno una coppia. La gabbia ideale deve essere piuttosto ampia e rettangolare (almeno 60×50×70 centimetri per ogni esemplare) ed è importante, dopo un primo periodo di ambientamento e prendendo le dovute precauzioni, permetterle di uscire dalla propria «casa» più volte al giorno. Nella gabbia vanno poi posizionati alcuni passatempi, come corde o pezzetti di legno sui quali poter atterrare, e l’osso di seppia, del quale questo esemplare va matto.

Altro vantaggio delle cocorite è quello di essere animali economici: un esemplare costa all’incirca 10-15 franchi. La scelta è ampia per quanto riguarda i colori: in origine erano solo verde chiaro, ma anni di incroci e mutazioni hanno dato vita a piumaggi di una trentina di diverse sfumature, ad eccezione del rosso. Non necessitano poi di particolari cure o di un’alimentazione troppo studiata. Si nutrono di miscele di semi che si trovano facilmente in commercio: è bene però variare le dieta proponendo loro anche frutta, verdura di stagione ed erbe come tarassaco o malva. Una volta alla settimana, si può optare per una piccola quantità di fonti proteiche vegetali quali fagiolini, piselli e ceci lessati. La controindicazione? Attenzione alla convivenza con altri pet come cani e gatti: vanno tenuti sempre fuori dalla stanza quando si lascia al pappagallo la possibilità di uscire dalla gabbia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Animali
  • 1
    I consigli

    Difendere i cuccioli
    dalla morsa del freddo

    È fondamentale prestare attenzione all’alimentazione e alla vita all’aperto. Tuttavia, contro l’effetto delle le basse temperature, non va sottovalutata neppure la toilette quotidiana

  • 2
  • 3
  • 4
    Il consiglio

    Dieta del pappagallo,
    elisir di lunga vita

    Un mix di semi non basta, ridurre i pasti dei vostri uccellini questa dieta fa mancare loro elementi nutrizionali chiave come proteine, calcio e alcune vitamine

  • 5
  • 1