Approfondimenti
  • 1

    A Chernobyl torna la paura

    La rivelazione

    In un lungo servizio pubblicato il 5 maggio scorso la rivista “Science” parla di «fissione autosufficiente»: in pratica, all’interno del materiale radioattivo sepolto da 35 anni si registra la crescita di neutroni, segno di un’attività che potrebbe sfociare in un rilascio di energia

  • 2

    Se il conto della crisi si paga col sangue

    Caos in Colombia

    La riforma tributaria è solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso di malcontento che ha origini lontane – L’escalation di violenza tra manifestanti e forze dell’ordine ha trasformato alcune città colombiane in campi di battaglia – «Ci sono stati più morti nel Paese in questi 8 giorni che in 150 per le proteste in Cile dell’anno scorso» ci racconta il ticinese Cosma Gabaglio, research manager di Innovation For Poverty Action che ha vissuto per anni nel Paese sudamericano

ULTIME notizie
  • 1
  • 2

    In vacanza con il pass svizzero

    domande e risposte

    Sarà l’Ufficio federale dell’informatica a realizzare entro fine giugno il sistema per l’emissione di un certificato COVID - Sarà sicuro e compatibile con il «green pass» europeo, ma il nostro Paese rischia di arrivare tardi

  • 3

    La Svizzera negli occhi dei suoi migliori giornalisti

    Dopo gli Swiss Press Award 21

    Gli oltre 500 lavori presentati per le candidature al prestigioso premio dei professionisti dei media sono uno straordinario serbatoio di temi e suggestioni sul nostro Paese - Ecco alcuni esempi

  • 4

    Brevetti liberi, dibattito aperto

    Vaccini

    Il mondo vede una possibile svolta globale grazie all’idea di sospendere la proprietà intellettuale sui prodotti anti-COVID, ma l’esperto frena: «Non sono certo che indurrà una crescita esponenziale della produzione» dice Federico Spandonaro, professore di Economia sanitaria all’Università di Roma Tor Vergata

  • 5

    Facebook tiene fuori Trump

    Social media

    Il consiglio di sorveglianza dell’azienda americana ha confermato la messa al bando dell’ex presidente - Si torna quindi a parlare di libertà di parola e di censura - Joseph Russomanno (Arizona State University): «Vogliamo una discussione libera ma senza incitamenti alla violenza»

  • 6

    Che Lugano sia un po’ strana lo dicono le statistiche

    I dati

    Qualità di vita a confronto: rispetto alle principali città svizzere la regina del Ceresio spicca in positivo o in negativo nei vari indicatori - Ha il maggior numero di musei ma anche il minore interesse della popolazione per questa offerta, e tutto è un po’ più distante

  • 7
  • 8

    I nomi delle varianti del coronavirus, un problema di stigma

    pandemia

    La nomenclatura ufficiale appare troppo complicata per il grande pubblico mentre l’indicazione in base al Paese dove la mutazione è stata descritta la prima volta è imprecisa e porta con sé il rischio di discriminazioni - La questione è tema di continue discussioni da parte della comunità scientifica e la storia dimostra la necessità di cercare una soluzione: dall’influenza «spagnola», ai virus Zika o Ebola

  • 9

    Le promesse di Jair Bolsonaro e la sofferenza dell’Amazzonia

    il reportage

    Non è bastato il summit sul clima indetto da Joe Biden per rilanciare la credibilità internazionale del presidente brasiliano - Il discusso politico vuole raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 - Ma intanto prosegue senza sosta la deforestazione del polmone verde

  • 10

    Senza mascherina e distanze? A Liverpool si tenta il salto verso la «normalità»

    Grandi eventi

    Il concerto-pilota, inserito nel piano della ripartenza del Governo britannico, avrà luogo il 2 maggio al Sefton Park e parteciperanno fino a 5.000 persone senza alcuna protezione sanitaria oltre al tampone negativo - Gli esperti d’Oltremanica pensano sia la chiave di volta per i futuri open air - Intanto anche i Grigioni hanno deciso di sostenere progetti che mirano allo svolgimento di eventi sicuri

  • 11
  • 12

    Il freezer che compera per noi

    tecnologia

    Secondo un rapporto di Cisco Systems dal 2023 le connessioni «machine-to-machine» cresceranno al ritmo del 50% l’anno - Una tendenza che, calata nel quotidiano, potrà spaventarci, ma che nell’industria è già una realtà affermata - Sullo sfondo la questione della privacy

i più letti - Approfondimenti