Image
Tanti gli appuntamenti

A Vevey la Maison Ticino sarà un Café des Artistes

In occasione della Fête des Vignerons verranno poste in evidenza tante eccellenze ticinesi - Nell’occasione, le processioni storiche presenteranno la propria candidatura all’UNESCO

L’ultima Fête des Vignerons risale al 1999. La prossima, dopo vent’anni di attesa, si aprirà il 18 luglio, per chiudersi l’11 agosto. Anche il Ticino, come ormai ben noto, sarà presente allo storico appuntamento – la prima tradizione svizzera vivente ad aver beneficiato del riconoscimento dell’UNESCO –, a Vevey, con uno spazio presso il Grand Hotel du Lac. Uno spazio esclusivo, tra cibo e costumi del nostro cantone. A proposito di cibo, ogni giorno, a pranzo e cena, durante la manifestazione, quattordici chef offriranno, proprio presso la Maison Ticino – progetto studiato e realizzato da Sapori Ticino –, menu sempre diversi agli ospiti della terrazza del du Lac.

Gli appuntamenti

Al di là di pranzi e cene, verranno organizzati anche diversi eventi legati all’enogastronomia. Basti pensare alle prime serate: il 19 degustazione di vini organizzata da Ticinowine, il 20 nuova presentazione di etichette da parte di diciassette cantine ticinesi, con tanto di abbinamenti con salumi locali e formaggi d’Alpe. La cena ufficiale del Canton Ticino è in programma per il 27. Il 29, prevista una Masterclass con protagonista Paolo Basso. Tra gli assaggi, molti gli appuntamenti organizzati dagli enti turistici ticinesi.

Le processioni storiche

Questa è l’ultima novità: il 28 luglio, il professore Lorenzo Cantoni, titolare della Cattedra UNESCO dell’USI, presenterà, durante una conferenza stampa – organizzata proprio in collaborazione con l’USI –, la candidatura delle processioni storiche di Mendrisio come parte del patrimonio immateriale dell’UNESCO. Una bella occasione anche per tornare a presentare due beni che fanno già parte dell’UNESCO, ovvero il Monte San Giorgio e i Castelli di Bellinzona.

Un Café des Artistes

La Maison Ticino fungerà anche da Café des Artistes, con la Compagnia Finzi Pasca che lo utilizzerà come ritrovo e quartier generale dopo gli spettacoli all’Arena. Sarà quindi anche una sorta di punto d’incontro e di scambio. Lo stesso Daniele Finzi Pasca dovrebbe partecipare in prima persona a un paio di eventi al du Lac.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
  • 2
    Cornaredo

    Le torri che stanno dividendo in due Lugano

    La loro realizzazione al Polo sportivo è in bilico ed è ormai diventato un tormentone della politica cittadina: resteranno? Ancora non si sa, ma intanto ripercorriamo i pro e i contro del progetto

  • 3
  • 4
    Il reportage

    L’uomo in divisa che vive sulla ramina

    Dai contrabbandieri di sigarette e limoni alla tecnologia odierna: com’è cambiato il lavoro delle guardie di confine - Mezzi e opportunità sono molto più vasti di un tempo, sia per le autorità sia per chi cerca di scampare ai controlli - Un viaggio che va dai curiosi ritrovamenti di animali nascosti nelle auto alle motivazioni che spingono a fare questo mestiere

  • 5
  • 1