La zurighese EFG International, che ha come maggiori azionisti la famiglia greca Latsis e la brasiliana BTG Pactual, nel 2019 ha registrato un utile netto (norme IFRS) di 94,2 milioni di franchi (+34% sul 2018). L’utile operativo è di 172,6 milioni (+112%). I patrimoni in gestione, che avevano subito contraccolpi durante la vicenda BSI-Fondo 1MDB, sono a fine 2019 saliti a 153,8 miliardi di franchi (+17% su un anno), grazie agli afflussi, all’andamento dei mercati, all’acquisto della Shaw. Abbiamo posto a Giorgio Pradelli, chief executive officer del gruppo, alcune domande su conti, strategie, ruolo del Ticino e livello degli impieghi.

In sintesi, qual è la sua valutazione dei risultati 2019 di EFG?

«I risultati 2019 sono buoni. Per noi era importante cambiare bordo durante l’anno, passando...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1