Raffaele De Rosa, eletto il 7 aprile in Consiglio di Stato, ci ha aperto le porte del suo ufficio al primo piano del palazzo amministrativo. Il direttore del Dipartimento della sanità e della socialità parla a ruota libera del clima in Governo, del lavoro abbozzato, delle novità in arrivo con l’atteso pacchetto sociale e del suo PPD.

Dal 7 aprile, data della sua elezione, sono trascorsi 165 giorni. Le è capitato spesso di pensare a quella giornata? «No. Per indole sono una persona che guarda sempre avanti e mai indietro. È ovvio che quella domenica rimarrà sempre nel mio cuore, è stato un giorno speciale. Ma dall’11 aprile, quando il Governo si è insediato, tutte le mie energie e i miei pensieri sono focalizzati sul fare bene questo mestiere. Le questioni aperte e le problematiche sul tavolo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1