Quando parliamo dei filosofi più antichi pensiamo ai greci. E gli egizi, dove li mettiamo? Primavera Fisogni (nella foto sotto), giornalista de La Provincia di Como e filosofa teoretica è autrice del saggio Nel segno del pensiero. Come pensavano gli antichi egiziani. Un’indagine filosofica (Santelli ed.). L’abbiamo intervistata.

Cominciamo da qui: come le è venuto in mente di scrivere un libro sul pensiero egizio, un argomento pressoché inesplorato?

«Ho iniziato a pensare a questa ricerca anni fa, leggendo la Stele di Irtysen, conservata al Museo del Louvre, XI dinastia (2033-1982 aC). Lo scriba e funzionario multitasking fornisce il “primo” curriculum vitae della storia, indicando le sue competenze. Dice anzitutto: “iw rḫ.kw sštȝ n mdw-ntr”, cioè “Io conosco i segreti dei geroglifici”. Un...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1