Abbiamo fatto un viaggio tra le aziende sul territorio, in un momento per tutti complesso, fatto di incertezze e fantasmi. Con un lockdown non ancora del tutto assorbito e un altro che qualcuno sente alle porte. E a volte basta anche solo la sensazione di essere vicini alla chiusura per ritrovarsi bloccati, tenuti in scacco come l’economia tutta.

Sentire arrivare la crisi

Il settore dei trasporti internazionali ha una particolarità rispetto alle crisi: le sente arrivare prima degli altri. Ne avverte l’inizio perché è abituato a guardare lontano. Il Ticino vanta una lunga tradizione in questo campo, ed è dunque da qui che inizia il nostro viaggio fra le aziende, piccole e grandi, del nostro cantone. «È già da fine gennaio che conviviamo con le misure di protezione che il virus ci impone», ci spiega...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
  • 2
    covid-19

    I bambini sono poco contagiosi

    I risultati dello studio realizzato dall’Istituto di ricerca del Vall d’Hebron di Barcellona su mille minorenni - Soltanto l’8% positivo al SARS-CoV-2 ha poi contagiato i familiari mentre il 72% è stato infettato dai parenti stretti

  • 3
  • 4
    Il Sestante

    L’immensa forza della comunicazione gentile

    Le buone maniere non sembrano godere di grande considerazione oggi - Ma secondo l’esperto Samuele Briatore è tempo di riscoprirle anche nelle normali conversazioni e a maggior ragione nel discorso politico

  • 5
    Politica

    Come sarebbe il Ticino con il maggioritario?

    Un recente rapporto dell’Osservatorio della vita politica regionale mostra come sarebbero andate le elezioni cantonali se il nostro cantone avesse avuto un differente sistema elettorale - Proiezioni «puramente illustrative» e quindi da prendere con le pinze

  • 1