Dacia Maraini vive a Roma ed è sentimentalmente legata alla Toscana, memore degli anni della giovinezza e patria del padre (che in realtà era italo-svizzero). Ma nella sua narrativa la Sicilia, l’isola della madre, occupa uno spazio assai particolare. Un posto mitico, amatissimo, per la natura, le tradizioni, la storia, e anche aspramente criticato: per come il Male (in particolare la mafia) ne ha irrimediabilmente avvelenato il tessuto umano. Bagheria (1995) riflette il bisogno della scrittrice di denunciare pubblicamente le complicità e le derive criminali del mondo siciliano; La lunga vita di Marianna Ucria (1990) unisce invece una sensibilità tutta femminile, nel guardare le cose, al fascino impareggiabile di un’epoca, il Settecento, e di una geografia, quella mediterranea, descritte in...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
    Il reportage

    Una mamma e una bimba ticinesi e il loro «normalissimo» Israele

    Sembra quasi impossibile parlare di Israele in termini che non siano quelli dell’analisi politica e/o bellica - Eppure, per la ticinese Myriam di Marco Israele è qualcosa di intimo e vicino, come attesta il suo libro «Mamma ritorneremo? Il mio normalissimo Israele», edizioni San Paolo

  • 2
  • 3
    clima, scienza ed economia

    Arriverà il giorno in cui potremo volare a «emissioni zero»?

    Quali sono le opzioni a nostra disposizione per concretizzare il sogno del volo «green»? Ne parliamo con Marco Mazzotti, professore all’ETH ed esperto di cattura e stoccaggio di CO2, e Marco Giovanniello, esperto d’aviazione e già attivo presso SEA, società che gestisce gli scali milanesi

  • 4
  • 5
    E-commerce

    L’algoritmo di Google cambia forma

    A partire da questo mese ci saranno grandi cambiamenti sui posizionamenti su Google dei siti di vendita online: decisiva sarà la cosiddetta «user experience» dell’utente - Con Ale Agostini (AvantGrade.com) il punto sui principali attori attivi in Ticino

  • 1