Image
Musica e cervello

Cosa succede nella testa
di chi suona Bach?

«Cimentarsi con uno strumento è un’attività molto complessa» dice l’esperta Anna Modesti

Guardate le mani di un pianista mentre suona le Variazioni Goldberg di Bach. Alcuni passaggi sembrano al limite dell’eseguibilità. Dopo un lungo studio preparatorio, le note sembrano entrare nelle mani, anzi nel cervello e osserviamo delle capacità fuori dal comune. Velocità, interpretazione, memoria scaturiscono come se fosse lo stesso Bach ad abitare la mente dell’interprete....

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

In questo articolo:

Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1