I beni rifugio sono per definizione quelli che tendono a non perdere valore nel lungo periodo e che vengono quindi scelti da una parte degli investitori come ancoraggi. In genere, più sono elevate le incertezze economiche e politiche, più cresce l’interesse verso i beni rifugio. Quando le acque dei mercati sono meno agitate generalmente cala la propensione verso questi porti considerati più sicuri. Nonostante i dubbi sollevati da alcuni analisti nei mesi scorsi su questi approdi, i beni rifugio classici rimangono punti di riferimento per una parte consistente del mercato. Vediamo come sono andate le cose nell’ultimo anno, segnato da un buon andamento delle Borse principali, ma anche, al tempo stesso, dal permanere di incertezze, a causa soprattutto delle tensioni geopolitiche, delle guerre...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1