Santésuisse rilancia l’allarme: se la proposta del Consiglio federale di consentire alle persone con problemi psichici di accedere in modo semplice e rapido alla psicoterapia dovesse diventare realtà, i costi per il sistema sanitario svizzero, già gravato da continui aumenti, potrebbero esplodere. Uno studio commissionato da santésuisse alla società di consulenza BSS sottolinea come – nel breve periodo – gli oneri a carico delle casse malati potrebbero aumentare di 100 milioni di franchi all’anno per poi lievitare – nel medio termine – in una forchetta compresa fra i 121 e i 330 milioni di franchi all’anno. Addirittura, alcune ipotesi parlano di una fattura di mezzo miliardo.

Cosa dice il progetto

Il progetto proposto dall’Esecutivo, e messo in consultazione lo scorso anno, vuole cambiare...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1