Per decenni, i grandi e piccoli aerei con la livrea tricolore sulla coda sono stati fieri (e felici) di stare lassù. Tra le nuvole. Nel blu dipinto di blu. Simboli riconosciuti di un Paese. Marchio di fabbrica della bellezza. Tutto finito. Tutto andato in malora. Ora si scende. Si spengono i motori. Per sempre.

Stasera atterra a Fiumicino l’ultimo volo di Alitalia: è l’Az 1586, in arrivo attorno alle 23 da Cagliari. Domani è un altro giorno. Il giorno di ITA, Italia Trasporto Aereo. Un giorno triste per la storia dell’aviazione civile italiana.

La possibilità di resuscitare, per l’ennesima volta, la compagnia di bandiera è definitivamente svanita. Sotto i colpi di una crisi che dura ormai da 30 anni. Un lasso di tempo troppo lungo, durante il quale i governi romani hanno buttato via 13, forse...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
  • 2
    COP26

    «Il clima è di tutti, non solo della generazione Greta»

    La Conferenza delle Nazioni Unite si avvicina: ma quanto è percepita la crisi alle nostre latitudini? Ne parliamo con Antonio Nucci, dottorando in comunicazione del cambiamento climatico presso l’Università della Svizzera italiana

  • 3
    Germania

    «Dubito che Scholz riuscirà a realizzare la svolta ecologica»

    L’era post Merkel nell’analisi del politologo di Berlino Albrecht von Lucke - Le trattative dei partiti per la formazione del futuro Governo tedesco sono entrate nel vivo: sul programma firmato da SPD, Verdi e Liberali (FDP) sono stati trovati diversi punti d’incontro, ma restano anche molti dubbi

  • 4
    medicina

    C’è l’RNA messaggero nel futuro dei vaccini

    La pandemia di coronavirus ha rivelato l’efficacia di questi nuovi preparati - Una rivoluzione nel campo della vaccinologia, iniziata decine di anni fa e che la pandemia ha contribuito ad accelerare - Come funzionano e come sono prodotti: un piccolo riassunto

  • 5
    La storia

    Greyhound, vincere per sopravvivere

    L’industria del racing irlandese è responsabile della «scomparsa» di migliaia di levrieri greyhound ogni anno – Abusi, sfruttamento, doping e leggi di regolamentazione che non esistono ancora – Ne abbiamo parlato con Stefania Traini, presidentessa di Pet Levrieri

  • 1