Prosegue senza sosta, nonostante la pandemia, la trasformazione della cittadella incuneata tra i Comuni di Milano e Rho già sede dell’Expo 2015 riconvertita in MIND, il Milano Innovation District. Il CEO di Arexpo Igor De Biasio fa il punto sull’avanzamento dei cantieri, rilanciando il ruolo strategico della bio-tech valley lombarda.

La Lombardia è una delle regioni che è stata maggiormente toccata dall'emergenza coronavirus a livello internazionale. Quali sono stati gli effetti su MIND? «Il coronavirus non ha fermato il Milano Innovation District. Anzi. Come sempre le opportunità non capitano, ma si creano. La pandemia è stata l'occasione per accelerare i tempi e per riflettere già oggi - in appositi spazi - su cosa comporterà il periodo post-COVID. I lavori edili pianificati non si sono...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1