Per arrivarci, bisognerebbe viaggiare alla velocità della luce per più di 200 anni. Una dimensione spazio-temporale a noi sconosciuta. Non esistono tecnologie in grado di portarci là, a vedere con i nostri occhi cosa succede in quella minuscola porzione di universo. Eppure lassù, attorno alla stella TOI-178, gli astronomi che guidano la missione del telescopio spaziale Cheops hanno fatto una scoperta sensazionale. Hanno capito il segreto di sei esopianeti (vale a dire pianeti orbitanti attorno a una stella non appartenenti al nostro sistema solare), la loro rotazione attorno a TOI-178, cogliendo – in cinque di essi – una regolarità rarissima. Un sistema in armonia, quindi, paragonabile a una sequenza di note musicali.

Un fenomeno rarissimo

Il primo pianeta della catena gira intorno alla stella...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
    Il reportage

    La marcia di protesta silenziosa degli studenti cubani a Miami

    Domenica si è svolta una manifestazione lungo la «Calle Ocho» a sostegno delle proteste scoppiate sull’isola – Auspicato un intervento degli Stati Uniti – Gabriella Gutierrez: «Dobbiamo permettere alle nostre famiglie di tornare a casa» – Enzo Robira: «Chiediamo agli americani di ascoltarci»

  • 2
  • 3
    L’anniversario

    Tanti auguri, caro Twitter

    Il social network fu lanciato il 15 luglio del 2006 e, da allora, non smette di cambiare ed evolversi – Quali i prossimi passi? Ne abbiamo discusso con Eleonora Benecchi, docente e ricercatrice all’USI nonché esperta di social media e culture digitali

  • 4
    LINGUAGGIO E INCLUSIVITÀ

    Quando la gender equality sbarca nel cielo, anche in Svizzera

    L’addio alla formula «signore e signori benvenuti a bordo» è una strategia di marketing «arcobaleno» o motore di un vero cambiamento? – La sociolinguista Vera Gheno: «Una formulazione più universale è solo positiva, meglio si conoscono i meccanismi linguistici della diversità più aumenta la consapevolezza»

  • 5
    territorio

    Elaborare il dramma con l’ascolto: il lavoro silenzioso del Care Team

    In massimo 90 minuti, senza luci blu, automobili di servizio o divise, i caregiver si recano dove si è verificato un evento traumatico – Sono educatori, dipendenti delle poste, psicologi, membri del servizio ambulanze o altri professionisti: ecco come agiscono i volontari

  • 1