Con quale spirito guardare all’opera di Carlo Salvioni, l’insigne glottologo ticinese di cui quest’anno ricorrono i cento anni della morte? Al di là dei testi e saggi che ci ha consegnato – ora fruibili negli Scritti linguistici pubblicati nel 2008 dalle Edizioni dello Stato del Cantone Ticino – il metodo e l’approccio dello studioso è altrettanto imprescindibile rispetto ai suoi lavori, molti dei quali tuttora validi. Salvioni può insegnare a cambiare idea; avesse avuto sottomano il detto raccolto a Camignolo per il Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana – «falá l’è da óm, corénges l’è da galantóm» – l’avrebbe potuto sottoscrivere: a cominciare dall’episodio che l’ha spinto ad abbracciare la scienza linguistica a scapito di quella medica, passando per il rigoroso apprendistato sotto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
  • 2
  • 3
    MILANO

    La Lombardia dell’high tech bussa alle porte del Ticino

    L’emergenza coronavirus non ha rallentato il ritmo dello sviluppo del distretto dell’innovazione milanese nato sulle ceneri dell’Expo 2015 - Nell’area di un milione di metri quadrati si lavora non stop – La cittadella nel 2024 attirerà ogni giorno 40 mila persone, fino a 70 mila nel 2029

  • 4
    Giornata dell’infanzia

    Una sberla ogni tanto non fa bene a nessuno

    Un’educazione che implichi qualche schiaffo o sculacciata è ancora tollerata in Svizzera malgrado le raccomandazioni dell’ONU e l’esempio di molti altri Paesi - «La fascia di età più a rischio è quella tra gli 0 e i 3 anni»

  • 5
    conferenza

    Benny Gantz: «Una pace fredda è meglio di ogni guerra»

    Il ministro della Difesa d’Israele è stato protagonista di un dibattito sul futuro del Medio Oriente organizzato dall’ASI Ticino - Dal terrorismo agli accordi di Abramo, dal ruolo della Confederazione ai rapporti con la Palestina, ha lasciato trasparire qualche spiraglio di luce

  • 1