In vista della conferenza di martedì prossimo all’USI sul rapporto tra religioni e sessualità, proponiamo alcune notizie recenti sul mondo islamico e su quello dell’ebraismo.

Se parliamo di sessualità nell’Islam, entriamo in un mondo solo apparentemente distante dal nostro. Perché, a ben guardare, i dettami religiosi musulmani non differiscono un gran che da quelli cattolici. La visione del sesso è globalmente positiva e oggi, almeno alle nostre latitudini, nessun musulmano associa la sfera sessuale al peccato. I divieti riguardano il sesso libero, quello fuori dal matrimonio e quello tra persone omosessuali. È vero che le condanne sono in genere più marcate rispetto all’Occidente.

Pochi giorni fa, per esempio, il ministero delle comunicazioni indonesiano (l’Indonesia è il più grande Paese...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1