«Settembrini non era mai andato a caccia senza tornare con qualcosa. Perciò apprezzava quel ricco mestiere che gli apportava un po’ di carne di tanto in tanto, e a noi sempre nuove storie. “Continuo a raccontare, circondato da resti di storie, di angeli spiaccicati, del cielo stellato, nel quale non ci sono più stelle fisse. Le stelle camminano, quelle con la coda più veloci, quelle...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1