«Il muro di Berlino era una cicatrice sul volto dell’Europa, attraversato da torri con fucili e cani da guardia. Ha cercato di tenere le persone dentro e le idee fuori». Questo era il Muro. Questa era la sua funzione fisica. Questa era la sua funzione ideologica. È la lettura fatta in settimana da Jan Stoltenberg, segretario generale della NATO. Una lettura lucida, che riporta a galla ciò che era quella barriera crollata esattamente trent’anni fa. Il 9 novembre del 1989 fu una giornata storica, di quelle che segnano un’epoca, un cambio di marea. Coi picconi, a mani nude, con gioia. Così e venuto giù il Muro. Sì. Ma cosa resta, oggi? Quale l’eredità? Cosa c’era prima? Temi che abbiamo sviluppato con Paolo Mieli, già direttore del Corriere della Sera e conduttore di numerose trasmissioni di divulgazione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
    casse malati

    Il nodo dei costi ospedalieri

    La comunicazione dell’aumento della fattura per le casse malattia ha nuovamente acceso un’annosa discussione - Giorgio Pellanda: «Nel nostro cantone si vuole ancora un nosocomio sull’uscio di casa» - Christian Camponovo: «Intervenire in tutti i settori»

  • 2
  • 3
    Reportage dalla Bosnia

    Un «gioco» fatto anche di migranti picchiati e locali impauriti

    Fausto Biloslavo ci racconta a parole e in immagini uno scorcio del viaggio della speranza sulla rotta balcanica intrapreso da moltissime persone: il pericoloso attraversamento della frontiera tra Bosnia e Croazia, ultima tappa verso l’UE - LE FOTO

  • 4
  • 5
    votazioni

    Un congedo paternità di 10 giorni, un progresso o un danno?

    Secondo chi lo sostiene è un’opportunità finanziariamente sopportabile, mentre per chi lo avversa è solo un inutile costo in più A confronto sulla riforma oggetto di referendum il consigliere nazionale Alex Farinelli e il copresidente del comitato referendario Michele Moor

  • 1