LUGANO - Zanzare tigre, zecche, cinipide del castagno. Di questi tempi il Ticino sembra terra di conquista per insetti e parassiti. La stagione della zanzara tigre, ci spiegano dal Laboratorio di microbiologia applicata della SUPSI, è partita e con essa la strategia di contenimento dell’animale. Ma quanto devono preoccuparci, o meglio quanto ci preoccupiamo per queste piccole presenze? E in che misura i nostri sono semplici fastidi o ansie e vere e proprie fobie? Ne abbiamo discusso con Michele Mattia, psichiatra, psicoterapeuta e presidente dell’Associazione della Svizzera italiana per i disturbi d’ansia, depressivi e ossessivi-compulsivi. «Inconsapevolmente, è la società a produrre anche questo genere di insicurezze» ci spiega.

Perché, nonostante i rischi oggettivamente minimi, il tema della...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1