Tripoli è stata a lungo terra di lavoro per migranti che dall’Africa subsahariana hanno attraversato il deserto, lasciandosi alle spalle la miseria o gli orrori di un conflitto. Oggi però, nella Libia spaccata in due dalla guerra civile, l’economia è bloccata e i migranti che arrivano sono preda delle milizie. Ci sono gruppi di milizie regolari e irregolari, ma tutti pattugliano...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1