I vaccini. Tutto oggi ruota attorno ai vaccini. La salute dei singoli, ma pure quella pubblica. Mica si scappa. «Entro l’estate, tutte le persone che lo desiderano potranno essere vaccinate contro il SARS-CoV-2». Lo ha detto, e poi nei giorni scorsi ribadito, lo stesso Alain Berset. Martedì scorso, il consigliere federale aveva sottolineato al Corriere del Ticino: «Per marzo, aprile e i mesi che seguiranno, abbiamo delle buone prospettive per i vaccini». E lo ha fatto quando nell’insieme del Paese risulta vaccinato - con le due dosi previste - il 2,5% della popolazione: 221 mila persone.

Intanto avanzano le consegne dei prodotti già noti e gli studi relativi a quelli di altre aziende, come la Johnson & Johnson. Di ieri la notizia dell’autorizzazione da parte della Food and Drug Administration...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1