Image
Il reportage

Lo Stato islamico guarda sempre più verso Oriente

Le stragi in Sri Lanka e analoghe azioni in Bangladesh e Filippine indicano la nuova strategia jihadista – Perdute Iraq e Siria le bandiere nere puntano sull’Asia foraggiando formazioni estremiste in vari Paesi

L’Asia è sempre più nel mirino dei terroristi. Gli oltre 250 morti degli attacchi contro le chiese cristiane e gli hotel di lusso avvenuti la domenica di Pasqua in Sri Lanka, sono solo le ultime vittime dell’odio islamista iniziato da alcuni anni nella regione, in concomitanza con la sconfitta dell’ISIS in Siria ed Iraq. La strage, però, segna un salto di qualità delle bandiere...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
    Living

    Per chi cerca casa, l’unione fa la forza

    Stanno tornando di moda le cooperative abitative - Monique Bosco von Allmen: «Vantano pigioni convenienti e facilitano i buoni rapporti tra vicini» - E intanto a Castione...

  • 2
  • 3
    VAR

    Sembra la NASA, invece è Volketswil

    Tutto pronto per il tanto atteso e discusso debutto della tecnologia di assistenza agli arbitri in Super League - Il responsabile della formazione Hellmut Krug: «Sarà necessaria un’applicazione il più possibile uniforme»

  • 4
  • 5
    Orologeria

    Per Swatch un consolidamento a livelli elevati

    Nel primo semestre fatturato in flessione del 4,4%, ma gioca l’effetto base - Kever: «Sul futuro rimaniamo positivi» - Pesenti: «Il settore si sta riprendendo, nel 2018 creati 3 mila posti»

  • 1