I giovani sono connessi. Lo sono sempre stati. Connessi tra loro e con la modernità, in una rete, oppure nella Rete. Mentre il mondo adulto si preoccupa per loro, loro provano a dimostrare di sapersela cavare, di essere in grado di sciogliere eventuali catene che li legherebbero allo spazio digitale.

Lo studio pubblicato ieri dalla Commissione federale per l’infanzia e la gioventù...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1