Un’aria invernale e una pioggia appena accennata ci accolgono nel tradizionale spiazzo riservato al tendone del Circo Knie nel quartiere luganese di Cornaredo. In sottofondo il rumore insistente di decine di persone al lavoro. Sono quasi le undici di lunedì mattina, la carovana composta da oltre duecento collaboratori e materiale pesante 1.350 tonnellate è arrivata all’alba e alle 6 precise è iniziato il lavoro di montaggio del tendone che da stasera ospiterà lo spettacolo.

Gli oltre ottanta animali sono arrivati invece domenica sera. Si mettono in viaggio subito dopo uno spettacolo, per essere sottoposti a meno stress possibile. Sono ormai solo un ricordo i tempi in cui possenti elefanti percorrevano, a Lugano, via Tesserete e via Torricelli per lasciare la stazione FFS e raggiungere sulle...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
    La rivelazione

    A Chernobyl torna la paura

    In un lungo servizio pubblicato il 5 maggio scorso la rivista “Science” parla di «fissione autosufficiente»: in pratica, all’interno del materiale radioattivo sepolto da 35 anni si registra la crescita di neutroni, segno di un’attività che potrebbe sfociare in un rilascio di energia

  • 2
    Caos in Colombia

    Se il conto della crisi si paga col sangue

    La riforma tributaria è solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso di malcontento che ha origini lontane – L’escalation di violenza tra manifestanti e forze dell’ordine ha trasformato alcune città colombiane in campi di battaglia – «Ci sono stati più morti nel Paese in questi 8 giorni che in 150 per le proteste in Cile dell’anno scorso» ci racconta il ticinese Cosma Gabaglio, research manager di Innovation For Poverty Action che ha vissuto per anni nel Paese sudamericano

  • 3
  • 4
    domande e risposte

    In vacanza con il pass svizzero

    Sarà l’Ufficio federale dell’informatica a realizzare entro fine giugno il sistema per l’emissione di un certificato COVID - Sarà sicuro e compatibile con il «green pass» europeo, ma il nostro Paese rischia di arrivare tardi

  • 5
    Dopo gli Swiss Press Award 21

    La Svizzera negli occhi dei suoi migliori giornalisti

    Gli oltre 500 lavori presentati per le candidature al prestigioso premio dei professionisti dei media sono uno straordinario serbatoio di temi e suggestioni sul nostro Paese - Ecco alcuni esempi

  • 1