Image
La storia

Quando la «dolce vita» era sul Ceresio

Un tuffo nel passato dell’enclave che sta vivendo uno dei periodi più drammatici della sua millenaria storia

Per la Svizzera italiana Campione d’Italia rappresenta un luogo di normale straordinarietà. Curioso ibrido giuridico-amministrativo-economico, il villaggio posto sulla riva orientale del Ceresio di fronte a Lugano, è infatti parte integrante del tessuto ticinese al quale è più legato che alla madrepatria. Ciononostante, fatta eccezione per la casa da gioco sulla quale ha costruito...

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

In questo articolo:

Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
    società

    I giovanissimi che infiammano le piazze

    Con il sociologo Sandro Cattacin, un’analisi degli attivisti adolescenti, da Greta Thunberg – protagonista recentemente anche del forum di Davos – ad altri simboli generazionali. Qual è il valore del loro messaggio e la loro azione rischia di essere strumentalizzata?

  • 2
    il reportage

    «È difficile combattere chi vuole morire»

    Il nostro inviato si è recato sul fronte orientale siriano dove le forze arabo-curde combattono le ultime sacche dell’ISIS – «La battaglia più difficile non è sul campo ma culturale: ora bisogna eliminare l’ideologia del Califfato»

  • 3
  • 4
    La storia

    Da Sion a Stoccolma per inseguire un ideale

    Il lungo viaggio, di 52 ore, in treno di sei studenti vallesani per incontrare la giovanissima paladina dell’ambiente Greta Thunberg – Ecco il loro racconto dell’esperienza

  • 5
  • 1