LEGGI IL COMMENTO: Quando il nonno s’aggrappa al volante

«Per me la patente era eterna, la usavo tutti i giorni a fare la spesa, invece adesso vado magari due volte alla settimana e non di più. È cambiato tutto, adesso devo aspettare la grazia che qualcuno mi porti, avevo fatto l’abbonamento annuale al bus, ma i gradini sono troppo alti». Parola di ex-conducente di 85 anni.

Una testimonianza che racconta senza fronzoli il «dramma» della perdita della patente da parte degli anziani e che è riecheggiata ieri pomeriggio in un incontro di formazione organizzato a Manno dal Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale della SUPSI. E che attesta la necessità di preparare meglio i diretti interessati e la società intera al momento delicatissimo in cui le persone sopra i 70 anni non potranno più...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1