La ricorrenza

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Il 9 agosto 1969 a Los Angeles la «Family» di Charles Manson trucidava l’attrice Sharon Tate e altre sei persone – Nostra intervista a Mariopaolo Fadda che in un saggio prova a chiarire quegli efferati delitti le cui matrici sono ancora avvolte nell’oscurità

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Quella tragica notte di sangue a Bel Air
Le prime immagini della villa di Bel Air teatro della strage e l’arresto di Charles Manson e di alcune sue adepte (Foto Keystone)

Quella tragica notte di sangue a Bel Air

Le prime immagini della villa di Bel Air teatro della strage e l’arresto di Charles Manson e di alcune sue adepte (Foto Keystone)

Cinquant’anni fa, il 9 agosto del 1969, la tragedia: la chiamarono «la strage di Bel Air». Quattro persone piombarono in una villa sulle colline intorno a Los Angeles, al numero 10050 di Cielo Drive e massacrarono una dopo l’altra l’attrice Sharon Tate incinta di otto mesi (moglie del regista Roman Polanski che si trovava a Londra per lavoro), il suo parrucchiere Jay Sebring, l’amica...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1