Rita Pavone cantava di domeniche e solitudine. Del calcio come pretesto per un possibile tradimento. Claudia Garcia invece allo stadio è di casa. Giornalista sportiva, esperta di vicende pallonare portoghesi, brasiliane e italiane, scrive per «Tuttosport» e «O Jogo», mentre in televisione appare spesso sulle reti RAI. «A giugno molto probabilmente sarò con la RSI per la Nations League» ci dice da Porto, dove ha appena assistito alla partita di Champions fra i «Dragões» e la Roma. Le chiediamo subito se il calcio è uno sport maschilista. «Sì» risponde. «D’altra parte è dominato dagli uomini, soprattutto a livello di conversazioni».

L’Italia, in particolare, sta vivendo delle settimane concitate. Il caso Wanda Nara ha prodotto storture evidenti, fra cui il terribile «Una donna che parla di tattiche...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1