VOLKETSWIL - Il futuro è qui. Il VAR sbarca in Svizzera e, da oggi, getterà il suo sguardo tecnologico sulle partite di Super League. Una svolta epocale, un investimento per la credibilità del calcio: nella sala di comando centralizzata del VAR si respira un’aria intrisa di trepidazione e slogan trionfali. Le prove e i collaudi sono finiti. In Vallese, con la partita Sion– Basilea, le cose si faranno serie. Più che di battesimo del fuoco, vista la sconfinata distesa di computer stipati nella «video operation room» del VAR e l’imminente cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla luna, forse si dovrebbe parlare di allunaggio. Tra chilometri di cablaggi e schermi che rimbalzano le azioni di gioco da ogni angolo immaginabile, le similitudini dello stanzone VAR di Volketswil con il Centro di...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1